,,
Virgilio Sport SPORT

Milan ai quarti col brivido: Genoa superato solo ai supplementari

I rossoneri devono attendere i tempi supplementari per avere la meglio sul buon Genoa di Sheva. Decisivo l'ingresso di Leao nella ripresa.

13-01-2022 23:35

Con estrema difficoltà il Milan di Stefano Pioli si qualifica ai quarti di finale di Coppa Italia battendo 3-1 il Genoa. Decisivi un gol di Rafael Leao alla fine del primo tempo supplementare e di Saelemaekers a metà del secondo tempo. Davvero molto difficile questa gara per i rossoneri, con Shevchenko che schiera il Grifone con un 4-3-3 che rende in modo molto differente rispetto al triste 3-5-2 visto in campionato. Rossoblù che vanno addirittura in vantaggio nel primo tempo grazie al colpo di testa di Ostigard, ripreso nella ripresa da un altro colpo di testa, quello di Olivier Giroud, fino a quel momento molto spento. Nei supplementari dopo l’1-1 dei 90 minuti ci pensano Leao con un gol fortunoso ma che corona una prestazione, da subentrato, davvero magistrale, e Saelemaekers con una bella rete da centro area. Ai quarti la vincente di Lazio-Udinese.

Milan-Genoa, Grifone in vantaggio nel primo tempo

La gara inizia subito col botto con la traversa colpita da Krunic su angolo dalla destra di Messias. Il Milan ovviamente vuole subito dominare la gara, ma è il Genoa a passare in vantaggio, col gol di Ostigard che gela San Siro: calcio d’angolo dalla destra di Portanova, difesa del Milan immobile e stacco vincente sul secondo palo. Genoa in vantaggio.

Piove sul bagnato per il Milan, che nella prima frazione perde anche il suo totem difensivo Tomori per un risentimento al ginocchio. Domani le visite mediche, ma al momento non emerge una preoccupazione eccessiva dalle parti rossonere.

Rossoneri che ci provano come possono, ma sembrano molto più lenti e prevedibili rispetto al campionato, giocando quasi in modo scolastico e non riuscendo a trovare le soluzioni giuste per bucare la difesa genoana. Infatti è il Genoa ad andare vicino al gol del raddoppio sul finire del tempo: Ekuban protegge palla e mette in mezzo una palla bassa, Portanova taglia sul primo palo e da pochi passi manda sul fondo. Illusione del gol per i tifosi del Genoa, ma che occasione.

Milan-Genoa, pareggia Giroud nella ripresa

La partita prosegue sugli stessi binari finchè Stefano Pioli toglie dal campo uno spentissimo Rebic, mai in grado di creare pericoli, e mette dentro Rafael Leao, che ormai a 22 anni è nella piena maturazione ed è definitivamente diventato un giocatore da Milan. 

Proprio dalla sinistra arriva il gol del pareggio del Milan, anche se lo splendido assist è del francese Theo Hernandez e non di Leao, che serve splendidamente Olivier Giroud per il gol dell’1-1 con un colpo di testa monumentale. 

Tanta confusione in mezzo al campo, col Milan che prova l’ultimo affondo per non portare la gara ai supplementari, la terza volta in tre partite tra Coppa Italia e Supercoppa tra ieri e oggi tranne Atalanta-Venezia. Leao comunque uomo in più della formazione di Stefano Pioli, l’unico che nel secondo tempo rossonero prova a dare qualcosa in più a un Diavolo molto spento. 

Milan-Genoa, il Rafael Leao e Saelemaekers qualificano i rossoneri 

Come accaduto in Inter-Juve e in Napoli-Fiorentina, anche Milan-Genoa finisce ai supplementari, nel corso del quale il Milan ci prova spesso con i crosso in area per Giroud che però non risulta un fattore determinante.

Chi è stato determinante in questa partita, e l’ha portata a casa, è il portoghese classe 2000 Rafael Leao, che alla fine del primo tempo supplementare trova il gol del 2-1. Gol quasi casuale del Diavolo, con Leao che riceve da Brahim Diaz su una punizione veloce, fa qualche finta sulla sinistra e poi tenta il cross che alla fine si rivela un pallonetto imparabile per Semper

Se la ride Leao mentre esulta, non cercando neanche di nascondere le sue vere intenzioni. 2-1 Milan e gol determinante ai fini della vittoria finale. Tentando di recuperare la gara però il Genoa si allunga e allora da il via ai contropiedi rossoneri. Theo Hernandez sulla fascia è un mostro, ed è proprio lui a siglare l’assist per il gol del definitivo 3-1 di Saelemaekers, che da centro area deve solo appoggiare il rete.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...