,,
Virgilio Sport SPORT

Milan-Benevento: Stefano Pioli innamorato di Ibrahimovic

Il Milan supera 2-0 il Benevento colpito da Calhanoglu e Theo Hernandez, ma il vero protagonista è stato Zlatan Ibrahimovic, autore di una prova davvero di primo piano.

Il Diavolo supera l’ostacolo Benevento e, grazie ai gol di Hakan Calhanoglu e Theo Hernandez, continua la sua corsa verso la qualificazione in Champions League, cosa più che certa solo poche settimane fa. Il lavoro di Pioli in un anno e mezzo di Milan è straordinario, portando una squadra allo sbando a contendersi la scudetto per larghi tratti della stagione. 

Tra l’altro, era dal 2012/13 che il Milan non otteneva almeno 69 punti in una stagione di Serie A (72 in quell’occasione, ma a fine torneo) e questo certifica il lavoro dell’ex Lazio e Inter. Ai microfoni di DAZN, Pioli commenta il successo per 2-0:

“Senza spirito di squadra non si va da nessuna parte, tantomeno noi che siamo forti ma non così forti da permetterci di andare avanti senza esso. Le ultime situazioni ci hanno penalizzato, stasera ho visto buone situazioni”.

Poi Pioli passa ad elogiare Zlatan Ibrahimovic, vero e proprio Campione e Guida della squadra, che su di lui conta sempre al massimo per raggiungere il risultato. Questa partita è stata poi un grande traguardo per IbraCadabra: il Benevento è infatti la 100ª squadra affrontata nei cinque maggiori campionati europei da Zlatan Ibrahimovic. Nessuno ha giocato contro più avversarie differenti negli anni 2000 (100 tonde anche per Gabriel Heinze):

“Parliamo di un campione, che fa crescere anche il valore della squadra, quello dei compagni e non averlo avuto a lungo ci ha penalizzato. Oggi era una partita difficile, le due sconfitte le abbiamo subite a livello mentale ma è normale che sia così. […] Non dare punti di riferimento alla difesa avversaria è un vantaggio. Poi Zlatan ha un’intelligenza calcistica evoluta, gli piace fare il regista offensivo ed è una soluzione che ci sta dando vantaggi”.

Uno dei match-winner di oggi è senza dubbio il turco numero 10 Hakan Calhanoglu, che ha aperto le marcature al 6° minuto del primo tempo. Tra l’altro, a segno dopo 5 minuti e 36 secondi, il gol di Calhanoglu è il più rapido da inizio partita per il Milan in Serie A nel 2021. Calha è uno dei grandi protagonisti della stagione, ma sta passando un periodo di leggera flessione, forse influenzato in qualche modo dalle trattative per il rinnovo del contratto, ma nonostante tutto rimane davvero centrale nel progetto.:

“Non ha raggiunto ancora il suo massimo potenziale. È un giocatore che mi piace tantissimo, perché abbina qualità e generosità. Deve trovare un pelo di precisione negli assist ma è un giocatore che sta trovando quella consapevolezza che forse in passato non l’ha aiutato ad arrivare al massimo del suo potenziale”.

OMNISPORT | 01-05-2021 23:42

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...