Virgilio Sport

Milan-Sassuolo 2-5, le pagelle: Berardi è l'anti-Diavolo, Tatarasanu è un problema, Pioli ci sei?

Clamorosa sconfitta interna del Milan che cede di schianto anche contro il Sassuolo ed ora è in crisi totale: malissimo Tatarasunu come tutti i suoi compagni. Ma sbaglia soprattutto Pioli

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Crisi profonda. Ora il Milan è davvero in una situazione complicatissima. La gara del riscatto contro il Sassuolo si trasforma in quella che manda nel baratro i rossoneri che crollano in casa e giocano una delle peggiori gare stagionali continuando a dimostrare una fragilità difensiva che ha dell’incredibile. Toccherà a Stefano Pioli provare a trovare, e in tempi rapidi, le soluzioni per uscire da questa situazione.

Milan-Sassuolo: il commento della gara

Passano solo 7 ed arriva il vantaggio dei rossoneri che partono forte e schiacciano il Sassuolo nella propria area di rigore. Cross dalla fascia sinistra di Hernandez e zampata vincente di Giroud. Ma torna tutto indietro per la posizione di fuorigioco del francese. La replica del Sassuolo passa dai piedi di Laurientè che in area si sposta la palla sul destro e testa i riflessi di Tatarusanu. Al 19’ arriva il vantaggio della squadra di Dionisi, azione di contropiede con Berardi che si crea spazio e trova sul secondo palo Defrel che non può sbagliare. Il Milan scricchiola e il Sassuolo ne approfitta subito: Berardi imbuca per Frattesi che calcia sul primo palo con Tatarusanu che non copre e rossoneri sotto di due gol. La reazione dei rossoneri è immediata: cross di Calabria e incornata vincente di Giroud. Il Sassuolo reclama per un intervento ai danni di Elric ma Giua e il Var confermano la rete. Si continua con il pallottoliere: calcio d’angolo del Sassuolo palla sul primo palo e colpo di testa vincente di Berardi.

Il secondo tempo si apre con la volata di Laurientè, steso da Calabria. Giua non ha dubbi e dal dischetto lo stesso attaccante mette a segno il poker. Il Milan però non molla la presa e su un calcio piazzato Rebic trova il gol del 2-4 ma ancora una volta il Var annulla. I rossoneri però continuano a spingere con Rebic che ci prova senza precisione. Il Milan continua a spingere ma è il Sassuolo che trova ancora il gol con l’ennesimo assist di Berardi stavolta per Henrique. I rossoneri ci provano ancora ed arriva il gol di Origi dalla distanza.

Rivivi la gara tra Milan e Sassuolo minuto per minuto

Milan-Sassuolo: le pagelle dei rossoneri

  • Tatarusanu 5: ancora una prova decisamente sottotono del portiere rumeno che in occasione del gol di Frattesi non copre il suo palo.
  • Calabria 5.5: in evidente difficoltà contro Laurientè, nel secondo tempo lo stende permettendo al Sassuolo di andare sul 4-1 dal dischetto.
  • Kalulu 6: è l’unico della difesa rossonera che dimostra di avere grande sicurezza ma anche lui finisce per essere coinvolto in una giornata da dimenticare.
  • Gabbia 5.5: Pioli lo manda in campo al posto dell’infortunato Tomori ma non riesce a dare la giusta sicurezza.
  • Hernandez 6: in fase offensiva offre un buon contributo ma in difesa non riesce mai a dare stabilità e concretezza.
  • Krunic 5: finisce in mezzo al centrocampo dinamico e muscolare degli avversari, la sua presenza è quasi impalpabile. Dal 71′ Pobega sv
  • Tonali 5.5: anche il punto di riferimento di Pioli sulla mediana è in crisi totale, non riesce mai a incidere sul match.
  • Saelemaekers 6: nel primo tempo l’esterno gioca una buona partita, è senza dubbio il migliore dei suoi mettendo spesso in difficoltà Marchizza. Dal 70′ Messias 5.5: prova a dare un po’ di vivacità quando però la gara è già chiusa.
  • De Ketelaere 5: in campo dal primo minuto ma Pioli da la sensazione di non fidarsi proprio del giovane talento belga che gioca solo un tempo. Dal 46′ Leao 5: parte dalla panchina, dovrebbe entrare in campo con la voglia di spaccare il mondo ma anche lui è da recuperare.
  • Rebic 6: il croato è uno dei più attivi, si muove su tutto il fronte d’attacco anche se negli ultimi 16 metri non sempre è lucido. Dal 71′ Origi 6: entra e riesce a trovare il gol che però non serve a molto.
  • Giroud 6.5: il francese sembra portarsi sulle spalle tutto il peso del Milan, trova il gol (anche uno annullato) ed è uno degli ultimi ad arrendersi.
  • Pioli (all.) 4: Ora la crisi è ufficiale e Stefano Pioli dà la sensazione di non sapere come mettere rimedio a questa situazione.

Milan-Sassuolo: le pagelle dei neroverdi

  • Consigli 6.5: gioca una prova da leader in campo, dirige la difesa e tiene sotto controllo i suoi anche nei momenti di nervosismo.,
  • Marchizza 5.5: nel primo tempo è in evidente difficoltà contro il dinamismo di Saelemaekers. Esce nella ripresa. Dal 46′ Kiriakopoulos 6: prova solida sulla fascia di competenza.
  • Elric 6: nel primo tempo perde il duello aereo contro Giroud. Cresce con il passare dei minuti anche se il francese lo mette spesso in difficoltà.
  • Tressoldi 6: qualche volta vacilla ma contro Giroud non è un’impresa semplice. Con il passare dei minuti acquisisce sicurezza.
  • Rogerio 6: alterna momenti di grande attenzione e lucidità ad errori un po’ banali soprattutto
  • Frattesi 7: qualità e quantità, il centrocampista che sogna la Roma gioca una gara totale dominando contro gli avversari. Dal 77’ Thorstvedt sv
  • Obiang 6.5: gara di grande sostanza quello del centrocampista del Sassuolo che fa valere la sua fisicità contro i dirimpettai rossoneri.
  • Berardi 7.5: veste i panni dell’ammazzagrandi: tre assist e un gol per l’attaccante della nazionale che mette in crisi la difesa del Milan. Dall’85’ Ferrari sv
  • Traorè 6: degli attaccanti di Dionisi è quello che brilla di meno, però si mette a disposizione della squadra anche sacrificandosi in copertura.
  • Laurientè 7: ottima prova dell’esterno di Dionisi che mette in costante difficoltà Calabria e nel secondo tempo va anche a segno su rigore. Dal 76’ Alvarez sv
  • Defrel 6.5: si fa sempre trovare pronto nei momenti decisivi, gioca una gara sempre sulla linea dei difensori avversari che tiene in costante apprensione. Dal 76’ Enrique 6.5: entra e segna, meglio di così?
  • Dionisi (all.) 7: il suo Sassuolo gioca una gara al limite della perfezione, concede il possesso al Milan ma ogni volta che riparte fa male. Tre punti d’oro per i neroverdi.

Milan-Sassuolo: la pagella dell’arbitro

Antonio Giua: Milan subito in vantaggio ma il fuorigioco semiautomatico annulla per la posizione millimetrica di Giroud. Altro episodio contestato sul gol dell’1-2 di Giroud, il francese salta con il braccio un po’ largo ma al Var segnalano che è tutto regolare. Fa discutere il cartellino giallo a Rebic per la sbracciata ai danni di Rogerio. Sembra giusta la decisione sul fallo di Calabria ai danni di Laurientè. Dopo qualche minuto arriva il gol di Rebic con il Var che però segnala il fuorigioco. Nel secondo tempo la gara si innervosisce e fa fatica a tenerla sotto controllo. Voto 5.5

Serie A Milan: la classifica e i prossimi impegni

Archiviato il match con il Sassuolo, ora il Milan deve rivolgere la sua attenzione al derby contro l’Inter. Dopo la sconfitta in Supercoppa, i rossoneri adesso vogliono riscattarsi in campionato contro i nerazzurri in un match che sarà particolarmente importante per tutte e due le squadre per provare a dare l’assalto allo scudetto. Dopo il derby, il Milan torna in campo venerdì 10 febbraio contro il Torino e poi testa alla Champions League, con la gara in programma nel giorno di San Valentino contro il Tottenham al San Siro.

Tutti i prossimi impegni del Milan

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Atalanta - Verona

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...