Virgilio Sport

Mondiale, Australia-Danimarca: Socceroos nella storia, i timori dei tifosi di Juve e Milan

La Danimarca saluta il Qatar ed è la prima delusione del Mondiale. L'Australia per la seconda volta gli ottavi di finale

30-11-2022 18:10

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Content Specialist

Giornalista pubblicista, redattore e autore, collabora da quasi 15 anni con il giornale dalla sua città, è content creator per diversi siti di divulgazione. Per Virgilio Sport segue i protagonisti del pallone ed è capace di trasformare in video tutto ciò che tocca

Una Danimarca smarrita e a tratti irriconoscibile, cade contro  l’Australia e dice addio alla rassegna mondiale. Esultano i Socceroos, che si prendono gli ottavi della Coppa del Mondo per la seconda volta nella loro storia e vanificano l’impresa dalla Tunisia contro la Francia.

Australia-Danimarca, decide un gol di Leckie

Nella prima frazione, gli australiani lasciano l’iniziativa ai danesi, costretti a vincere dopo il pareggio a reti bianche contro la Tunisia all’esordio e la sconfitta 2-1 con la Francia. La spinta dell’undici di Kasper Hjulmand risulta, però, sterile, esaurendosi di fatto a una conclusione defilata di Jensen che esalta i riflessi di un Ryan attento e bravo a chiude sul primo palo. Gli australiani si vedono con la conclusione dalla distanza di Duke che prova, senza successo, a bissare la prodezza nel successo contro la Tunisia.

Intorno al quarto d’ora della ripresa, il vantaggio della Tunisia sulla Francia firmato Wahbi Khazri piomba con una pioggia gelata sull’Education City Stadium, di Ar Rayyan. Uno choc che, di fatto, sveglia dal torpore gli australiani e porta all’istantaneo gol del vantaggio. Ci pensa Mathew Leckie, bravo a sfruttare l’assistenza di McGree e chiudere alle spalle di Kasper Schmeichel dopo aver lasciato sul posto l’atalantino inseguito anche dalla Juventus, Joakim Maehle. Una rete che condanna i danesi e, soprattutto, la Tunisia, a cui non basta il prestigioso, quanto doloroso, successo sulla Francia per accedere agli ottavi.

Consulta QUI tutte le azione del match.

Australia-Danimarca, Socceroos in attesa

Socceroos si prendono gli ottavi di finale per la seconda volta nella loro storia nella Coppa del Mondo. Nel 2006 a eliminarli fu il rigore di Francesco Totti al 5′ di recupero, che diede il via alla cavalcata fino al successo degli azzurri di Marcello Lippi. Ora, sulla strada della nazionale guidata in panchina da Graham Arnold, si attende l’avversario che uscirà dall’incerto Gruppo C, che vede ancora in lizza per il primato Argentina, Polonia e Arabia Saudita. Si deciderà tutto tra poche ore.

Australia-Danimarca, delusione danese

Dopo gli ottavi raggiunti a Russia 2018, la Danimarca, che in quell’occasione costrinse ai rigori i poi vicecampioni del Mondo della Croazia, è costretta a salutare la rassegna Mondiale in anticipo e, esattamente, come già accaduto in Sudafrica nel 2010, non c’entra l’obiettivo ottavi. Un obiettivo che, sulla carta, sarebbe anche potuto essere alla portata della nazionale di Kasper Hjulmand.  Ma, con un solo gol all’attivo, quello inutile di Christensen contro la Francia, il responso del campo non lascia dubbi e non ammette repliche: la Danimarca è la prima vera delusione di Qatar 2022.

Australia-Danimarca, la preoccupazione di milanisti e juventini

Sui social, la gara non manca di generare commenti. I tifosi milanisti dimostrano preoccupazione per le condizioni di Simon Kjaer, escluso ancora una volta dal ct danese, Kasper Hjulmand, per il problema alla coscia che lo aveva costretto in panchina già nel match contro la Tunisia: “Ma allora Kjaer è proprio rotto rotto”, commenta rammaricato qualcuno.

Tanti, poi, i messaggi di delusione per la nazionale che stupì a Euro 2020. “Danimarca imbarazzante“, scrive qualcuno e ancora: “Danimarca semplicemente vergognosa, rispetto a Euro 2020 una squadraccia, 62 minuti in cui dovevano creare per segnare e invece non hanno fatto nulla”, “La Danimarca è la peggiore delusione del Mondiale, aspettando il Belgio”. C’è chi sottolinea senza pietà la prova dell’ex Inter, Christian Eriksen: “Improponibile a questi livelli” e qualche tifoso della Juventus che non può non commentare la poca lucidità di Maehle sul gol australiano: “Maehle sul gol da brividi, tranqui non venire alla Juve che già abbiamo na frega di ca**i a cui pensare”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...