,,
Virgilio Sport

Mondiali, Brasile-Svizzera 1-0: blackout Selecao, Casemiro dà la sveglia

Una rete di Casemiro nel finale regala al Brasile la seconda vittoria ai Mondiali. Svizzera piegata di misura, ma senza Neymar si spegne la luce.

28-11-2022 18:53

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Giornalista per vocazione e innamorato di tutti gli sport, ha collaborato con numerose agenzie, quotidiani, radio e tv. Su Virgilio Sport scrive soprattutto di Calcio: esperto scandagliatore del mondo social dei tifosi, è diventato anche un “giudice” accurato delle sviste arbitrali

Che noia il Brasile senza Neymar. Ma la vittoria nella seconda partita dei Mondiali con la Svizzera non sfugge alla Selecao, grazie a una zampata nel finale di Casemiro. Brasile già agli ottavi  con sei punti in due gare, Svizzera ferma a quota tre e costretta a giocarsi tutte le chance qualificazione nella terza e conclusiva partita: ai rossocrociati dovrebbe bastare non perdere contro la Serbia, a meno di improbabili goleade del Camerun sullo stesso Brasile. 

Brasile-Svizzera: l’incidente del pullman elvetico

Piccolo fuori programma per la nazionale di Yakin prima della partita. Nel viaggio verso lo stadio, il pullman che trasportava la squadra ha tamponato in autostrada un’auto della polizia, di scorta al bus stesso. Nessun problema per i calciatori rossocrociati, solo qualche graffio alla carrozzeria. Ma sui social fioccano le ironie: “Erano talmente concentrati a piazzare il pullman davanti alla porta che non hanno visto la vettura della polizia”.

Brasile-Svizzera: la partita delle due tifoserie

Si gioca al 974 Stadium, l’impianto realizzato con altrettanti container che alla fine del Mondiale sarà completamente smontato. Sugli spalti sono in netta maggioranza i brasiliani, mentre i tifosi svizzeri sono riconoscibili dalle macchie rosse apprezzabili a macchia di leopardo qua e là lungo gli spalti. Un po’ di delusione sui social perché stavolta non c’è traccia della supporter brasiliana che contro la Serbia era entrata vestita solo…di vernice, con il body painting con i colori della Selecao. “Stavolta non sarà riuscita a eludere i rigidi controlli di Doha, avranno iniziato a seguirla pure le guardie”, un commento su Twitter.

Brasile-Svizzera: poche emozioni nel primo tempo

Poi la partita, che per la verità regala poche emozioni. La Svizzera si difende con ordine e il Brasile senza Neymar non riesce ad accendersi, con Paquetà sostituito all’intervallo da Rodrygo. Turidda ha un sospetto: “Brasile di una lentezza esasperante. Le due squadre secondo me fanno un biscottone per poi poter giocare per il pari e passare tutti e due facendo fuori la Serbia“. Anche Luca è caustico: “Se, come ha dichiarato di recente Totti, il mondiale senza l’Italia è come Roma senza il Colosseo, il Brasile senza Neymar è come Rio senza il Carnevale“. A fine primo tempo pure un mini blackout e Marchisio dallo studiolo Rai ironizza: “Lo spettacolo non era bello, qualcuno si sarà appoggiato sull’interruttore”.

Brasile-Svizzera, la telecronaca di Rimedio e Di Gennaro

A proposito di Rai, in telecronaca ci sono Rimedio e Di Gennaro. Daniele rimpiange Bizzotto e soprattutto Adani: “Telecronaca soporifera! Poi vi lamentate di Adani“. Altri vorrebbero Stramaccioni: “Avrebbe reso esaltantissimo questo primo tempo noiosissimo”. Hagakure sottolinea un passaggio della telecronaca: “I ragazzi delle favelas guidano l’attacco del Brasile. Un Rimedio che la butta sul lulismo”. Joquénoche corregge: “Si chiamano comunidades. Dire favelas é molto brutto in Brasile“. Curioso poi che il gol di Vinicius arrivi dopo che il telecronista ha appena detto: “La difesa della Svizzera di Yakin è solidissima, ricordiamo che nelle qualificazioni ha subito un solo gol, quello di Di Lorenzo“. A salvare la Svizzera (e Rimedio) un fuorigioco pescato provvidenzialmente dal Var.

Brasile-Svizzera, la sfida nella sfida tra gli “italiani”

Sono tre gli “italiani” in campo dall’inizio, ancora di più gli “ex italiani”, soprattutto tra le fila del Brasile. Lo juventino Alex Sandro è l’unico calciatore della serie A titolare della Selecao, nella Svizzera ci sono Rodriguez e Freuler. Per tutti, sufficienza assicurata. Più nutrito il contingente degli ex: Alisson, Marquinhos, Paqueta, Widmer, poi a partita in corso anche Telles. Soprattutto su Paqueta sono tanti i commenti dei milanisti, piuttosto contrastanti: “Forse bisognava avere più pazienza con lui”. Oppure: “Si conferma inutile scarpone”.

Brasile-Svizzera: Casemiro pesca il jolly tra gli sbadigli

La Selecao non riesce a cambiar ritmo neppure nella ripresa. A parte il gol annullato a Vinicius, Sommer rimane per larghi tratti inoperoso. Tite sostituisce l’eroe del match con la Serbia, Richarlison, con Gabriel Jesus e qualcuno punge sui social: “Chiedete scusa a Cassano, questo Richarlison era davvero una pippa”. Altri sottolineano la solidità difensiva della Svizzera: “Ora ricordo come abbiamo fatto a non battere queste guardie svizzere”. Poi, all’improvviso, Casemiro pesca dal cilindro il jolly. “Ah ma allora non segni solo a Cardiff“, ricorda con amarezza un tifo della Juve.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...