Virgilio Sport

Mondiali, il "daje Canada" di Stramaccioni non basta: vince la Croazia 4-1, protagonisti gli ex Inter

La Croazia supera 4-1 il Canada nella seconda partita dei Mondiali. Nordamericani già eliminati nonostante gli "incoraggiamenti" di Stramaccioni.

27-11-2022 18:57

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Giornalista per vocazione e innamorato di tutti gli sport, ha collaborato con numerose agenzie, quotidiani, radio e tv. Su Virgilio Sport scrive soprattutto di Calcio: esperto scandagliatore del mondo social dei tifosi, è diventato anche un “giudice” accurato delle sviste arbitrali

Stavolta la sorpresa non c’è: la Croazia piega il Canada (4-1) e si porta in vetta alla classifica del gruppo F dei Mondiali di Qatar 2022. Croati a quota quattro punti, gli stessi del Marocco e uno in più del Belgio, avversario nell’ultima giornata in uno spareggio dai contorni drammatici. Già eliminato, invece, il Canada, che chiuderà il suo Mondiale tra quattro giorni contro il Marocco, provando a conquistare il primo punto di sempre a una fase finale del torneo iridato dopo cinque sconfitte.

Croazia-Canada: che sfida tra i tifosi sugli spalti

La sintonia di colori è assoluta: biancorossi i tifosi della Croazia, biancorossi quelli del Canada. La prorompente Ivana Knoll, ex Miss Croazia, indossa nuovamente un abitino succinto che manda in tilt i social. “Direi che tifiamo tutti Croazia“, scrivono in tanti. Anche altre tifose di Modric e compagni si fanno “apprezzare” per la loro bellezza e simpatia, ma sorrisi riscuotono pure i supporter nordamericani, molti dei quali vestiti con la tipica divisa delle Giubbe Rosse.

Croazia-Canada, il “daje” di Stramaccioni è virale

A inizio gara Stramaccioni si schiera: “Daje Canada”. Per l’allenatore, che commenta la gara su Rai 2 in tandem col telecronista Di Gennaro, è d’obbligo ricordare “la simpatia che il Canada ha riscosso nella nostra nazione”. Pochi minuti dopo, arriva anche una chicca: “Chissà se i canadesi hanno gli attributi lunghi come la loro lingua”. Ma questo commento “di parte” non piace a tutti: “Daje Canada un corno. Sono metà croato e questo supporto di Stramaccioni al Canada mi ha fatto abbastanza girare le scatole”.

Croazia-Canada: il gol di Davies scrive la storia

Pronti via ed è proprio il Canada a sbloccare il risultato: Davies, su assist di Buchanan, segna il gol più rapido di questo mondiale, un gol destinato a entrare nella storia anche per un altro motivo: è il primo di sempre del Canada ai Mondiali. Nel 1986 i nordamericani avevano chiuso tutte le partite senza segnare, anche col Belgio erano rimasti a secco. Davies rompe l’incantesimo e il giornalista Giuseppe Pastore twitta: “I dieci minuti più belli dello sport canadese: 16.51 Canada vince la sua prima Coppa Davis 17.01 il Canada segna il suo primo gol a un Mondiale“. Enrico invece sottolinea un paradosso: “L‘Italia è diventata forte nel curling e il Canada nel calcio”.

Croazia-Canada: protagonisti i pupilli di Strama

Ma prima della fine del primo tempo la Croazia è già avanti. Pareggia Kramaric su assist di un ex interista: Perisic. Poi segna un altro ex interista: Livaja. E in campo c’è pure un altro ex nerazzurro, Kovacic, più volte esaltato dal tecnico in telecronaca. “Trova qualcuno che ti ami come Andrea Stramaccioni ama Mateo Kovacic“, scrive un fan. “Strama-Kovacic: certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano”, sottolinea un altro. Fabio invece scherza: “È giunta l’ora di fare quel gioco lì: bere ogni volta che Strama dice ‘Come si dice in gergo'”. Ma Achille non è d’accordo: “Lamentarsi che Stramaccioni esagera con ‘come si dice in gergo’ è cercare il pelo nell’uovo: ottimo commento tecnico, tono pacato, mai sovrastato il telecronista. Adani je spiccia casa”.

Croazia-Canada: Kramaric chiude la gara nella ripresa

Nel secondo tempo la Croazia gestisce senza troppi problemi la situazione e il Canada non riesce a creare problemi alla porta di Livakovic. Al 25′, poi, arriva il gol di Kramaric che chiude i giochi. “Troppo facile per Kramaric controllare e girarsi in area: e dire che non ci era piaciuto tanto nella prima partita col Marocco“, la disamina di Stramaccioni. Che poi esprime un auspicio: “Il Canada non deve sbracare adesso, spero non lo faccia. Non merita un passivo troppo pesante, non renderebbe giustizia alla Coppa del Mondo che sta facendo”. E invece in extremis arriva pure il 4-1 di Majer, punizione forse un po’ troppo severa per la nazionale di Herdman.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...