Virgilio Sport

Mondiali, retroscena telecronaca della finale, Adani rivela: Toccava a me

L'ex difensore aveva firmato un accordo con la Rai che prevedeva che fosse lui a commentare la gara decisiva in Qatar in assenza dell'Italia

27-12-2022 08:46

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua lunga carriera ha vissuto da inviato importanti eventi come i Giochi Olimpici, i Giochi del Mediterraneo e gli Europei di Calcio. Ha collaborato con importanti agenzie di stampa e quotidiani nazionali. Se fosse un calciatore, sarebbe sicuramente l’uomo d’ordine (e il capitano in pectore). Per Virgilio Sport cura specialmente la sezione dedicata al Calcio

Mondiali, ultimo atto. Spunta un retroscena sulla telecronaca della finale dei Mondiali in Qatar. Tutti ricorderanno che a commentare Francia-Argentina fu la coppia composta da Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, con gli altri due big della Rai – Stefano Bizzotto e Lele Adani – retrocessi a raccontare la finale per il terzo posto tra Croazia e Marocco. Una scelta che sorprese tutti, dal momento che Adani – con le sue cronache enfatiche – aveva seguito tutto il percorso dell’Albiceleste (a eccezione della sconfitta inaugurale contro l’Arabia Saudita).

Mondiali, Adani aveva seguito sempre Messi e l’Argentina

Gli show di Adani ai gol e alle giocate di Messi avevano messo a soqquadro il web tra chi ne esaltava l’originalità e chi rimpiangeva commenti meno parziali ma di sicuro catturavano spettatori. Perché negargli la finale?

Mondiali, Adani rivela retroscena su telecronaca della finale

Adani, però, ha voluto raccontare la sua verità in una puntata della Bobo TV senza i suoi compagni di avventura, Christian Vieri, Antonio Cassano e Nicola Ventola: «Per capire cosa è successo nella designazione della finale bisogna tornare indietro ad agosto 2021, quando firmo il contratto con la Rai. Quello che vi dico è una confidenza che assolve persone che sono state attaccate», ha detto, come si legge sul Corriere della Sera.

In occasione di una cena con Rimedio e Di Gennaro a Cesena dopo Italia-Ungheria di giugno, aveva raccontato loro che al momento della firma del contratto con la Rai, concordò che non avrebbe commentato le partite della Nazionale, cosa poi resa scontata dalla mancata qualificazione degli azzurri di Mancini.

«Prima della finale per il terzo posto, siamo a cena a Doha con Rimedio, Antinelli e Donatella Scarnati. E lì ho raccontato tutto: “Alberto, ricordi ancora cosa ti ho detto a Cesena, che non avrei mai commentato l’Italia perché spettava a te e ad Antonio? Quella sera, però, non ti ho detto l’altra cosa che avevo concordato: ovvero che se l’Italia non ci fosse stata, avrei commentato la finale dei Mondiali”. Negli uffici Rai, mentre firmavo — davanti al direttore e a tutte le persone responsabili dei contratti — avevamo trovato questo accordo. Questi erano i patti. Ma c’è un problema: nulla fu messo per iscritto. E poco dopo è cambiata la direzione sportiva».

Mondiali, è stato Adani a fare un passo indietro

«Non volevo dare un peso ad Antinelli, che già aveva dovuto vedere Rimedio e Di Gennaro privati della finale di Wembley a causa del Covid. Ho pensato che un signore non si vede da una finale in più o in meno, ma dai comportamenti. Se uno è giusto e semina comportamenti corretti, riceve correttezza”.

“Sono qua a dirvi che era nel mio accordo fare la finale, ma la mia dignità mi ha portato a tenerlo per me, so fare un passo indietro. E per me Alessandro Antinelli e Donatella Scarnati hanno fatto bene. Nel viaggio in taxi dopo il ristorante Ale e Donatella mi dicono: “Lele, però dovevi dircelo”. Ho chiuso dicendo: “Donatella, ve l’ho detto…».

Leggi anche:

Caricamento contenuti...