Virgilio Sport

Mondiali, Brasile ko e Neymar choc: stagione finita e carriera a rischio. Messi trascina l’Argentina

L'Argentina continua a viaggiare a punteggio pieno dopo 4 gare. Grazie alla doppietta di Messi l'albiceleste regola il Perù. Neymar infortunato

Ultimo aggiornamento 19-10-2023 00:41

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

L’Argentina campione in carica non sbaglia un colpo. Nelle qualificazioni Conmebol per il Mondiali del 2026 l’Albiceleste prosegue la sua marcia spedita anche contro il Perù. Come al solito Leo Messi grande protagonista, nonché autore di una doppietta. Più attardate le inseguitrici, a partire dal Brasile che è stato sconfitto nel big match contro l’Uruguay del Loco Bielsa. Per la Selecao le brutte notizie non si fermano al risultato, perché l’infortunio subito a Neymar sembra piuttosto grave.

Nel segno della Pulce: Argentina a punteggio pieno

Cominciamo proprio dall’Argentina e da un Lionel Messi che neppure avrebbe dovuto giocare. Out con la Bolivia, panchina contro il Paraguay per la Pulce doveva configurarsi una nuova giornata di riposo ed invece il sette volte Pallone d’Oro è stato richiamato in servizio.

Due le reti segnate dal fuoriclasse sudamericano al Perù e potevano essere anche di più. Entusiasta il capitano dell’Albiceleste a fine gara: “Questa squadra è vicina al miglior Barcellona della storia“. Soltanto 12 i minuti concessi a Lautaro. Argentina saldamente al comando della classifica, con 12 punti e +5 sulle inseguitrici.

Bielsa domina il Brasile e lo aggancia in classifica

La partita del Brasile si può sintetizzare nella traversa colpita dopo 42′ di gioco da Rodrygo. Questa è stata l’unica opportunità di una Selecao di fatto dominata dall’Uruguay che al contrario gioca e si diverte in pieno stile Bielsa.

Di Darwin Núñez e Nicolas De La Cruz le reti della Celeste che con questi tre punti riescono ad agganciare proprio i verdeoro al secondo posto della graduatoria con 7 lunghezze. L’ulteriore nota stonata per la squadra guidata da Fernando Diniz è il grave infortunio accorso a Neymar.

Neymar, carriera a rischio

Le lacrime di Neymar in campo e le prime sensazioni lasciavano presagire un infortunio molto grave. Sensazioni confermate dagli esami strumentali che, in serata, hanno emesso il loro durissimo verdetto: rottura del legamento crociato anteriore e del menisco del ginocchio sinistro. Stagione finita per Ney e carriera a serio rischio. Sì, perché, a 31 anni e dopo una sfilza praticamente infinita di infortuni, il talento brasiliano approdato solo pochi mesi fa al’Al-Hilal, dopo l’operazione dovrà attendere molti mesi prima di tornare anche solo a camminare sulle proprie gambe. A rivelare l’entità dell’infortunio anche un post di incoraggiamento del club saudita.

Gli altri risultati di giornata

Ecuador e Colombia si accontentano di uno scialbo 0-0 nel quale l’aspetto da evidenziare è l’esordio del gioiellino classe 2007 Kendry Paez, che dal primo luglio 2025 sarà un giocatore del Chelsea. Yeferson Soteldo, invece, dà una grossa mano al suo Venezuela che strapazza il Cile con un perentorio 3-0.

Il centrocampista del Santos segna il primo gol e poi fornisce gli assist per quelli di Rondon e Machis. Impalpabile Sanchez. Primo successo nel cammino di qualificazione per il Paraguay: lo firma il torinista Sanabria nell’1-0 rifilato da la Albirroja alla Bolivia.

La classifica dopo 4 giornate

Argentina 12

Uruguay 7

Brasile 7

Venezuela 7

Colombia 6

Ecuador 4 (penalizzato di 3 punti)

Paraguay 4

Cile 4

Perù 1

Bolivia 0

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...