Virgilio Sport

Olympiacos-Fiorentina, moviola: gol annullato, rigore negato e rete dubbia, tutta la rabbia dei viola

La prova dell’arbitro Soares Dias nella finale di Conference League analizzata ai raggi X, il fischietto portoghese ha ammonito sette giocatori

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Internazionale dal 2010, 44 anni, Artur Soares Dias, scelto dall’Uefa per l’atto conclusivo della Conference League, era alla sua prima finale in carriera. In stagione ha diretto 4 gare di Champions e due di Europa League, tra cui l’andata dei quarti tra Bayer Leverkusen e West Ham ma come se l’è cavata ieri sera all’Aek Arena di Atene?

I precedenti di Dias con Olympiacos e Fiorentina

Nei tredici precedenti di Dias con le italiane due hanno visto protagonista la Fiorentina. Il primo risale alla stagione 2013/14, con i viola che batterono al Franchi per 2-1 il Dnipro Dnipropetrovsk in Europa League. Stessa competizione e stesso stadio, ma con esito diverso, il secondo precedente di quattro anni dopo, che vide la Fiorentina di Paulo Sousa uscire contro il Borussia Monchengladbach dopo aver vinto 0-1 la gara in Germania ed essere andata sul 2-0 a Firenze (partita terminata poi 2-4). Due gli incroci anche con i greci con una vittoria e un pareggio. Dias ha arbitrato due volte nella regular season della Super League greca e in entrambe gli incontri c’era l’Olympiacos in campo. La seconda partita è stata lo scorso settembre contro l’AEK, proprio nello stadio della finale di Conference.

L’arbitro ha ammonito sette giocatori

Coadiuvato dagli assistenti connazionali Soares e Ribeiro con lo svedese Nyberg IV uomo, Martins al Var e il tedesco Dingert all’AVar, l’arbitro ha ammonito sette giocatori: 28′ Podence (O), 42′ Martínez Quarta (F), 78′ Kouame (F), 94′ Jovetic (O), 95′ Paschalakis (O), 99′ Biraghi (F), 117′ El Kaabi (O). Recupero: 1′, 7′, -, 5′

Olympiacos-Fiorentina, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 9′ Bonaventura scarica su Biraghi che fa partire un tiro-cross deviato leggermente alle spalle di Tzolakis da Milenkovic. L’arbitro annulla la rete per la posizione del giocatore viola, partito di poco alle spalle di Iborra. Il fuorigioco viene confermato dal VAR. Al 76′ prteste della Fiorentina per un contatto sospetto in area su Nzola, ferma tutto però l’arbitro per una posizione di fuorigioco precedente. Al 92′ si lamenta l’Olympiacos per un sospetto tocco di mano di Milenkovic in area di rigore. Non c’è nulla per il direttore di gara. Neanche il VAR interviene e viene solo ammonito Jovetic per proteste. Al replay si vede che il braccio del difensore è attaccato al corpo.

Il caos succede al 116′ sul gol di El Kaabi. Ci sono dubbi sulla posizione di partenza dell’attaccante sul cross da sinistra di Eze. Dopo un lungo check del VAR non viene ravvisato il fuorigioco e la rete viene convalidata. Proteste viola per un precedente intervento in ritardo di El Kaabi su Milenkovic che sta spazzando il pallone, l’azione poi prosegue e porta al gol della formazione greca: il direttore di gara si porta il fischietto alla bocca ma poi cambia idea e lascia proseguire, fino alla rete di El Kaabi che decide Olympiacos-Fiorentina.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...