Virgilio Sport

Onana fuori dal Mondiale, fu Eto’o a far fuori il portiere dell’Inter: il retroscena

Il portiere e quella strana esclusione ai Mondiali. Smentita lite con Song. I motivi sarebbero stati diversi con una minaccia ricevuta da Eto'o

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

André Onana è uno dei grandi volti di questa estate di calciomercato. Il portiere dell’Inter è destinato già a cambiare maglia dopo appena una stagione in Serie A. Lo attende il Manchester United, pronto a consegnargli le chiavi della propria porta in sostituzione dello spagnolo David De Gea. Ma non è soltanto l’attualità a tenere banco per quanto riguarda il giocatore camerunese. In questi giorni, infatti, sono venuti a galla dei retroscena circa la sua improvvisa esclusione durante i Mondiali del Qatar. C’entra un’altra vecchia gloria nerazzurra come Samuel Eto’o.

La presunta lite con Song: il motivo ufficiale dell’esclusione

Torniamo a quel tempo. Quando nell’insolito Mondiale invernale un evento mina la serenità all’interno del gruppo camerunese. Accade che il numero uno dei Leoni Indomabili abbia una discussione piuttosto animata con il Commissario Tecnico Rigobert Song, altra vecchia conoscenza del calcio italiano. Da questo alterco ne viene fuori una conseguenza piuttosto drastica: l’esclusione di Onana dal gruppo. Alla base della decisione motivi tecnici, uno stile di gioco poco apprezzato dal selezionatore che aveva ritenuto opportuno dare dei consigli al portiere che non aveva la minima intenzione di ascoltarli.

La nuova versione: problemi personali con Eto’o

Escludere uno dei portieri più forti che ci sono in circolazione fu sicuramente una mossa azzardata da parte del Ct Song. All’epoca se ne discusse molto, facendo riferimento alle intemperanze del numero uno ma anche alle sue indubbie potenzialità che consigliavano un approccio meno drastico.

A distanza di tempo, però, è emersa una nuova versione della storia che scagionerebbe quasi del tutto l’allenatore ponendo al centro della querelle il Presidente della Federcalcio camerunese Samuel Eto’o. L’esclusione sarebbe infatti dovuta ad un problema personale tra i due, pertanto la decisione sarebbe stata solo e soltanto dell’ex fuoriclasse ed oggi dirigente sportivo.

La minaccia di Eto’o: “La sua carriera è finita”

A raccontare i dietro le quinte di ciò che sarebbe accaduto durante i Mondiali di Qatar, è stato uno dei vecchi membri della Federazione camerunese, Henry Njalla Quan.Eto’o ha un problema non professionale con André Onana – ha confessato il dirigente -. Onana e Rigobert Song non hanno problemi. La chiamata di Onana per la selezione era ed è subordinata al presidente della federazione”.

Ma le ripercussioni da parte del numero uno del Camerun non sarebbero state soltanto per la manifestazione in pieno svolgimento: “Gli ho chiesto formalmente del futuro del nostro portiere in Nazionale – ha confessato lo stesso Njalla Quan -, e lui mi ha risposto che la carriera del ragazzo è finita, e che la lettera che ha inviato al suo club, l’Inter, era per sbarazzarsi del ragazzo, quindi come si può essere così cattivi? Voleva sbarazzarsi di lui a tutti i costi“.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...