Virgilio Sport

Pagelle Salernitana-Sassuolo 2-2: disastro Pirola, altruista Pinamonti, sfreccia Laurienté

Il Sassuolo cestina due punti fondamentali per la lotta salvezza, la Salernitana si appende al solito Candreva e recupera nel finale: i migliori e i peggiori della sfida

Pubblicato:

Antonio Salomone

Antonio Salomone

Giornalista

Giornalista pubblicista. Lo affascinano, da sempre, le categorie minori e i talenti in erba. Ha fiuto per la notizia e per gli emergenti. Calcio, basket, motori: ci pensa lui

La Salernitana ci crede e al termine di una brutta partita beffa il Sassuolo nel finale e trova un punto d’orgoglio. La squadra di Ballardini domina nel primo tempo con le reti di Laurienté e Bajrami, ma viene ripresa nel secondo tempo dal rigore di Candreva e dal gol Maggiore. I neroverdi cestinano tre punti importanti nella lotta salvezza e ora potrebbero perdere ulteriore terreno dalla zona verde.

Salernitana-Sassuolo, il racconto del match

Dopo una prima fase di studio, al quarto d’ora di gioco la Salernitana crea la prima occasione da gol con cross velenoso di Pierozzi, che nessuno sfrutta e che Consigli legge bene. Al 28′ il Var salva i granata e annulla a Pinamonti la rete del vantaggio per un fuorigioco di Defrel in avvio di azione. Poco dopo l’attaccante del Sassuolo sfiora un grande gol, con un bel destro da posizione defilata che per poco non trova l’incrocio.

Al terzo tentativo i neroverdi sbloccano il match in contropiede al 37′: Bajrami conduce e serve Laurienté che davanti al portiere è freddo e ritrova il gol dopo quindici partite a secco. Allo scadere del primo tempo la squadra di Colantuono fa la frittata: Costil e Pirola perdono palla in costruzione, Pinamonti ne approfitta e regala il pallone del 2-0 a Bajrami, che a porta vuota deve solo spingere il pallone in rete. Tanti fischi dell’Arechi dopo la fine del primo tempo.

I padroni di casa approcciano bene nella ripresa e conquistano un calcio di rigore grazie a una giocata di Tchaouna: Candreva dal dischetto non sbaglia. Al 54′ però è il Sassuolo ad andare vicino al tris con Laurienté, che si coordina bene e calcia potente, ma Costil è attento. Dopo dieci minuti Defrel di controbalzo sfiora l’eurogol, che avrebbe messo la parola fine al match. La Salernitana ci crede e al 90′ trova il pari con Maggiore, bravo a farsi trovare pronto in area di rigore. Le emozioni non finiscono e allo scadere è Costil a respingere un tiro velenoso di Pinamonti. Al triplice fischio tanti fischi e molta delusione nel volto dei neroverdi.

CLICCA QUI PER RIVIVERE LA DIRETTA

I top e flop della Salernitana

  • Pirola 4.5: Per un momento si assente e sembra in un’altra dimensione. Non legge il passaggio di Costil e l’epilogo è di quelli drammatici e lo assiste in prima fila.
  • Costil 5: In partite così delicate il primo comandamento è “non fare errori gratuiti”. Commette peccato e regala al Sassuolo in vantaggio. Si rifà nel finale con alcune parate decisive
  • Coulibaly 5: Gira su se stesso e cade nelle sue stesse finte come un ipnotista che fa pratica davanti uno specchio.
  • Tchaouna 6: Almeno ci ha provato ed è già qualcosa in un match in cui la timidezza ha fatto da padrona.
  • Candreva 6.5: Non si arrende e cerca di tapparsi le orecchie e isolarsi dai fischi. Si dimostra freddo in un momento caldissimo.
  • Maggiore 6.5: Segna il gol che vale un punto dopo un match negativo.

I top e flop del Sassuolo

  • Laurienté 7: Ritrova il sorriso e soprattutto può festeggiare un gol. Non lo faceva dallo scorso settembre. Ma oltre la rete c’è di più, molto di più. Nel finale non difende bene e sporca un po’ la prestazione.
  • Pinamonti 7: Si veste da Higuain per una notte e gestisce il pallone come un regista offensivo. Dispensa palloni come una macchina e fa un regalo di Pasqua (in ritardo) a Bajrami.
  • Bajrami 7: Si muove come una mosca impazzita in un salotto in estate. Non lo prendono mai e rende magica la sua serata con un gol e un assist.
  • Boloca 6.5: Gioca con il radar e punta sempre nella metà campo avversaria. Non perde mai il pallone e dà molto equilibrio alla squadra.
  • Erlic 6: Con lui in campo il Sassuolo sta più sereno. Vince tutti i duelli e annienta Ikwuemesi. Sventola bandiera bianca nel finale, dopo aver dato tutto.
  • Ferrari 5.5: Non riesce a guidare la squadra da leader negli ultimi minuti, quando in campo serviva la sua esperienza. E questi due punti potrebbero costare caro.

Salernitana-Sassuolo 2-2, il tabellino

Reti: Laurienté 37′, Bajrami 44′, Candreva 52′, Maggiore 91′

SALERNITANA (4-3-3): Costil, Pierozzi (Simy 86′), Manolas (Boateng 77′), Pirola, Bradaric, Gomis (Zanoli 46′), Coulibaly, Maggiore, Tchaouna (Vignato 77′), Ikwuemesi (Weissamn 64′), Candreva. A disposizione: Fiorillo, Allocca, Pasalidis, Sambia, Gyomber, Pellegrino, Zanoli, Martegani, Sfait, Legowski. Allenatore: Stefano Colantuono

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli, Toljan, Erlic (Kumbulla 69′), Ferrari, Doig, Boloca, Thorstvedt (Racic 73′), Defrel (Viti 90′), Bajrami (Henrique 73′), Laurienté, Pinamonti. A disposizione: Pegolo, Cragno, Missori, Tressoldi, Henrique, Obiang, Castillejo, Volpato, Lipani, Mulattieri, Ceide. Allenatore: Davide Ballardini.

Arbitro: Sig. Sozza di Seregno.
Assistenti: Sig. Bresmes di Bergamo e Sig. Bercigli di Firenze.
IV Uomo: Sig. Minelli di Varese.
VAR: Sig. Milano di Avezzano e Sig. Gariglio di Pinerolo.

Ammoniti: Pierozzi, Maggiore, Laurienté, Pirola, Kumbulla, Vignato

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...