Virgilio Sport

Open Var Masterclass: Lukaku graziato in Roma-Fiorentina, per Rocchi era da cartellino rosso

Nel nuovo format di Dazn il designatore arbitrale spiega l’applicazione del regolamento da parte dei direttori di gara: la mancata espulsione del belga presa ad esempio per i falli violenti

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Romelu Lukaku andava espulso in Roma-Fiorentina: questo il verdetto di Gianluca Rocchi ad Open Var Masterclass, il nuovo format di Dazn che vede il designatore arbitrale analizzare e spiegare l’applicazione del regolamento da parte dei direttori di gara della serie A insieme al giornalista Orazio Accomando e al tecnico Andrea Stramaccioni.

Dazn, Rocchi protagonista ad Open Var Masterclass

Si chiama Open Var Masterclass ed è il nuovo format varato da Dazn insieme a Figc e Aia per fare chiarezza sul regolamento in generale e sulla sua applicazione da parte degli arbitri durante le partite della serie A. Dazn ha messo a disposizione dei propri utenti le prime due puntate: a commentare le decisioni dei direttori di gara c’è il designatore arbitrale Gianluca Rocchi insieme al tecnico e commentatore Andrea Stramaccioni e al conduttore Orazio Accomando.

Per Rocchi Lukaku da espellere in Fiorentina-Roma

Tra gli argomenti più interessanti delle prime due puntate ci sono i falli per la cosiddetta vigoria sproporzionata, ovvero interventi eccessivamente violenti per i quali, spiega Rocchi, l’arbitro deve sempre estrarre il cartellino rosso. Come esempio il designatore prende l’intervento effettuato da Romelu Lukaku su Christian Kouamé in Roma-Fiorentina: un tackle da dietro in scivolata con gamba alta per il quale, secondo Rocchi, il belga avrebbe meritato l’espulsione.

Falli di mano: Rocchi e l’esempio di Miranchuk con l’Inter

Nell’altra puntata si analizza invece il fallo di mano, partendo dalle sue 3 tipologie: il contatto intenzionale mano/palla, il contatto non intenzionale con posizione innaturale di mano o braccio e infine i gol segnati con la mano o immediatamente dopo un contatto accidentale mano/palla da parte di chi segna. Come esempio è stato preso il fallo di mano di Miranchuk, decisivo per il gol di De Ketelaere in Inter-Atalanta: il russo, spiega Rocchi, anticipa Bastoni con la mano, dunque è stata corretta la scelta di annullare la rete del giocatore atalantino.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...