Virgilio Sport

Dybala, gioia e dolori: per Mou e la Roma una vittoria senza sorriso. Le pagelle

I giallorossi battono il Lecce e dimenticano il ko col Betis Siviglia. Ma l'infortunio del giocatore argentino, ancora a segno, sporca la serata di festa dei capitolini

09-10-2022 22:42

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La Roma vince ma per Mourinho c’è veramente poco da sorridere. La formazione giallorossa soffre più del dovuto contro il Lecce, la sblocca subito, va anche in superiorità numerica ma poi subisce il gol del pari di Strefezza. A salvare ancora una volta Mourinho è il solito Dybala che però esce anzitempo per infortunio.

Roma-Lecce: i momenti chiave

Passano solo 6′ minuti di gioco e la Roma trova subito il gol del vantaggio con l’incornata di Smalling che supera Falcone. Quello dei giallorossi sembra un monologo, ancor di più quando i salentini restano in dieci per l’espulsione di Hjulmand, ma Falcone non capitola e il Lecce in una delle sue rare sortite riesce a stupire tutti trovando il pari con Strefezza. Replica immediata della Roma ma prima Zalewski e poi Zaniolo non trovano il jolly. Nella ripresa il Lecce accetta la contesa, i padroni di casa continuano ad avere il pallino del gioco ma i salentini si fanno vedere con pericolosità dalle parte di Rui Patricio. Ma alla fine sono i padroni di casa a prendersi l’intera posta in palio.

Dybala croce e delizia: la Roma è preoccupata

Una vittoria senza sorriso quella che conquista la Roma. Non sorride di certo Josè Mourinho sia per la prova dei suoi che per l’infortunio di Paulo Dybala. Lo Special One aveva chiesto una prestazione più determinata in zona gol invece i giallorossi hanno dovuto soffrire fino alla fine per portare a casa i tre punti. Ma la nota stonata della serata dell’Olimpico è senza dubbio l’infortunio di Dybala, l’infortunio al quadricipite sinistro tiene in ansia Mourinho e tutti i tifosi della Roma.

Le pagelle

Zaniolo 5: non riesce ad incidere. Gioca con la voglia di spaccare il mondo ma anche contro il Lecce non arriva il gol all’Olimpico che ormai aspetta da una vita. Esce alla fine del primo tempo.

Dybala 6.5: ancora una volta a segno l’argentino che anche contro il Lecce si conferma come l’uomo in più a disposizione di Mourinho. Il gol che vale il vantaggio, porta anche all’infortunio che ora tiene in ansia i tifosi giallorossi.

Smalling 7: altra prestazione super del difensore centrale, sempre preciso negli interventi ed impreziosisce la sua serata anche con un gol.

Belotti 6: gara di grande sacrificio quella del Gallo, che prova a sfruttare l’occasione che gli ha concesso Mourinho.

Zalewski 6.5: gli infortuni hanno falcidiato le fasce e per Josè Mourinho le scelte si fanno piuttosto obbligate. Ma il 20enne polacco non fa sentire la mancanza degli assenti. Sempre presente nelle occasioni più importanti.

Mourinho 6: chiede tanto alla sua Roma che porta a casa tre punti importanti ma come col Betis fatica a chiudere il match e rischia di essere ancora beffata.

Falcone 7: l’estremo difensore del Lecce capisce da subito che non sarà una serata semplice ma si fa sempre trovare pronto e tiene a galla i suoi.

Banda 6.5: viaggia ad una velocità incredibile, con il Lecce in inferiorità numerica riesce sempre a creare pericoli sulla fascia sinistra.

Prontera severo sia sul rosso che sul rigore

Prontera 6.5: Nel primo tempo l’episodio chiave della partita con l’espulsione di Hjulmand, che entra in modo pericoloso su Belotti. L’episodio è al limite ma il direttore di gara dopo essere andato all’on-field rewiev decide di espellere il giocatore del Lecce. Una decisione severa ma in linea con le ultime indicazioni date ai fischietti. Anche sul calcio di rigore il direttore di gara sceglie la linea dura, il contatto c’è anche se minimo e lui indica gli 11 metri.

Roma, ora testa all’Europa League

Il cammino in serie A della Roma continua ad essere di ottimo livello, i giallorossi restano a ridosso delle prime della classe ma danno la sensazione di poter essere protagonisti fino alla fine della stagione. Ora però c’è da invertire la rotta in Europa. La gara chiave arriva giovedì quando i giallorossi vanno a far visita al Betis Siviglia, una di quelle partite che rientra nella categoria “non si può sbagliare”.

Il tabellino

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio, Mancini (43′ st Kumbulla), Smalling, Ibañez, Zalewski, Cristante, Pellegrini, Viña (1′ st Spinazzola), Dybala (5′ st Matic), Zaniolo (1′ st Abraham); Belotti (32′ st Shomurodov). All. Mourinho

Lecce (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Umtiti, Pezzella; Askildsen (26′ st Helgason), Hjulmand, Joan Gonzalez (1′ st Blin), Strefezza (26′ st Di Francesco), Ceesay (45′ st Oudin), Banda (36′ st Colombo). All. Baroni

Arbitro: Alessandro Pronterà di Bologna

Reti: 6’ pt Smalling (R), 39′ pt Strefezza (L), 3′ st Dybala (R)

Note: al 22′ del pt espulso Hjulmand per gioco scorretto.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...