Virgilio Sport

Roma, il Brighton fa ricorso a Uefa contro Var, cartello omofobo e assalto ai tifosi

Tre gli episodi contestati dei quali uno anche riguardante il campo e l'utilizzo del Var. Secondo il sito The Athletic la battaglia legale è imminente

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Roma-Brighton potrebbe raccontare una storia completamente diversa da quella del campo. Almeno, stando al pensiero degli inglesi che – non avendo ottenuto il conforto del rettangolo di gioco dove sono stati pesantemente sconfitti per 4-0 – puntano a farsi giustizia in altri territori. Sono tre gli episodi sui quali i Seagulls fanno leva nel proprio ricorso presentato all’UEFA. A raccontarlo è il sito americano The Athletic che ha messo in luce degli strascichi di una partita che sembrava senza storia. E che ora, invece, potrebbe celare degli sviluppi completamente inaspettati.

Gli episodi incriminati tra campo e fuori

Partiamo dal primo argomento del ricorso del Brighton. Si fa riferimento ad uno striscione omofobo mostrato da un tifoso della Roma verso il settore ospiti. A suffragio di questa tesi ci sarebbero delle evidenti prove fotografiche che il club britannico avrebbe già mostrato a The Athletic e che naturalmente allegherebbe all’esposto. Il secondo, invece, riguarda proprio il campo ed un presunto errore del Var sull’assegnazione della rete a Gianluca Mancini: la posizione del difensore sarebbe in realtà irregolare.

Il comunicato e cosa nascondeva

E veniamo quindi all’ultimo episodio. Il Brighton avrebbe chiamato a testimoniare un delegato Uefa su fatto che i supporters inglesi nel settore ospiti siano stati colpiti da bottiglie, monete e accendini, lanciati dai tifosi giallorossi. A tal proposito c’era già stato un comunicato sull’argomento da parte del club inglese all’interno del quale veniva denunciata l’incresciosa situazione. Probabilmente al termine dei 90 minuti già serpeggiava un malumore che avrebbe portato poi alle conseguenze emerse oggi.

Il ritorno e una gara da giocare fuori dal campo

Giovedì prossimo, 14 marzo, è previsto il ritorno all’AMEX Arena tra Brighton e Roma. Sulla carta è una partita con poco da raccontare, dato il risultato dell’andata. Chiaramente gli inglesi proveranno la disperata rimonta ma sembra proprio che la vera battaglia possa riguardare le aule di tribunale piuttosto che gli imminenti 90 minuti più consueto recupero della prossima settimana. Certamente il clima che si sta configurando non è dei migliori in attesa di capire anche le posizioni della UEFA stessa nonché dei giallorossi sulla vicenda.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...