Virgilio Sport

Roma-Napoli 2-0, Mazzarri non la pensa come Mourinho e svela il difetto della sua squadra

Brutto Napoli all'Olimpico, sconfitto 2-0 dalla Roma e sempre più giù. Ma per Mazzarri "eravamo noi l'unica squadra che poteva vincere" prima dell'espulsione di Politano

23-12-2023 23:49

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Naufragio Napoli all’Olimpico. Due gol subiti dalla Roma, altrettanti espulsioni (Politano e Osimhen) e zero pericoli creati ai giallorossi: un vero e proprio disastro. Natale amaro per i tifosi partenopei: dopo l’umiliazione subita in Coppa Italia dal Frosinone, un’altra batosta tremenda sulle ambizioni degli azzurri. Ecco che cosa ne pensa Walter Mazzarri.

Roma-Napoli 2-0, azzurri flop: l’analisi di Mazzarri

Se nel post partita José Mourinho si è detto certo che avrebbe vinto la partita dopo soli 5′, non è affatto dello stesso avviso Walter Mazzarri: “L’espulsione di Politano, a cui era stata tirata la maglietta, è arrivata nel nostro momento migliore. In quel momento eravamo noi l’unica squadra che poteva vincere” ha commentato l’allenatore del Napoli ai microfoni di Dazn. Sul rosso a Politano che ha cambiato la storia del match dell’Olimpico: “Degli arbitri non parlo, parlo solo di calcio” sentenzia.

L’impostazione tattica e i difetti del Napoli secondo Mazzarri

Quando gli viene chiesto se stia pensando di passare alla difesa a 3, Mazzarri risponde così: “Sembra una barzelletta. Sono venuto qui proprio perché mi piaceva come giocava la squadra l’anno scorso e mi sembra anche che si sia fatto molto bene. Anche stasera abbiamo avuto il 68% di possesso palla, ma non siamo stati brillanti. Saremmo dovuti essere più cinici una volta arrivati vicino all’area. Per me la strada è quella giusta, poi se in futuro noterò qualcosa allora si potrà anche cambiare. A livello di gioco, non ci esprimiamo male, ma ci sono calciatori meno in forma”.

Napoli, il problema della condizione fisica e delle alternative di gioco

A proposito dello stato di forma precario di molti azzurri, Mazzarri spiega: “Se vai in una grande squadra e in un certo momento, non puoi allenare perché si gioca ogni tre giorni. Bisogna aspettare la prima sosta oppure fare qualche rotazione per aiutare un calciatore a ritrovare brillantezza dal punto di vista fisico. Da quando siamo qui non è stato facile fare richiami”. Kvara e Osimhen ormai stabilmente raddoppiati e triplicati? “Stiamo provando a trovare qualche soluzione diversa, come si è visto col Cagliari, dopo l’ingresso in campo di Raspadori”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...