Virgilio Sport

Roma nel caos: Lukaku ignorato dagli ex compagni, la frase di Maresca a Mancini e i lamenti di Mou

Nuovo passo indietro della Roma, che non è mai riuscita a impensierire l'Inter. Serata da incubo per il grande ex Lukaku, Mourinho ancora polemico

30-10-2023 11:40

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Niente da fare per Mourinho: la quarta vittoria di fila resta un tabù per la Roma sotto la sua gestione. I giallorossi sono stati mandati al tappeto dall’Inter nel big match di San Siro e la classifica resta deficitaria. Al netto di una prestazione anonima, sono tanti gli spunti offerti: dal ritorno a Milano di Lukaku al ‘duello’ tra Maresca e Mancini, fino alle lamentele nel post partita dello Special One.

Fischi e fischietti contro Lukaku: ignorato dai suoi ex compagni

Fin da quando ha messo piede in campo nel riscaldamento, Lukaku è stato oggetto dei fischi assordanti di San Siro. Già, la Milano nerazzurra non gli ha perdonato il ‘tradimento’ estivo, quel flirt con i rivali della Juve poi evaporato in poche settimane. Fredda l’accoglienza che gli hanno riservato i suoi ex compagni, in particolare Lautaro Martinez, Barella e Acerbi.

Al momento del saluto che precede l’inizio della partita il capitano nerazzurro ha sì ricambiato il cinque, ma senza guardarlo e ignorando l’abbraccio del belga. La vera vendetta si è consumata in campo: prestazione da cinque in pagella per Lukaku (in linea con quella della sua squadra, mai pericolosa), mentre a decidere il match è stato proprio Thuram, l’attaccante che lo ha sostituito.

Mancini verso Maresca: la sfida tra il difensore e l’arbitro

Inutile girarci intorno: gli occhi erano tutti puntati sul grande ex Lukaku. Però poi capita che nell’arco dei novanta minuti di una partita succeda anche altro. Come, ad esempio, la ‘sfida’ tra il capitano della Roma Mancini e l’arbitro Maresca. Ammonito dopo soli 13′ per un fallo su Lautaro, è stato graziato dal direttore di gara che gli ha risparmiato il secondo giallo e quindi il rosso per un ‘vaffa’ di troppo.

Eppure intorno al 15′, quando Mancini si era avventato sull’arbitro per non aver fischiato un fallo di Thuram su Ndicka, Maresca lo aveva avvisato: “È passato un quarto d’ora, alla prossima vai fuori”. Gli è andata bene.

Caos Roma, Mourinho torna a lamentarsi: ecco cosa ha detto

C’è un dato che più di ogni altro deve far riflettere: per la seconda gara di fila dopo quella con lo Slavia Praga, la Roma non ha conquistato neppure un calcio d’angolo. Zero. E con Mourinho non ha mai vinto quattro gare di fila in campionato.

A fine match lo Special One, che ha seguito la gara in tribuna perché squalificato, ha parlato di mancanza di rispetto nei confronti dei suoi calciatori da parte dell’arbitro (“l’atteggiamento di Maresca nei confronti di Mancini e Ndicka dimostra tutto)” e del “regalo della Lega” che ha fatto giocare la Roma domenica e non lunedì, sebbene avesse giocato giovedì in Europa League. Polemiche a parte, i giallorossi non sono mai stati in grado di impensierire l’Inter.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Bologna - Verona
SERIE B:
Cosenza - Sampdoria

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...