Virgilio Sport

Ronaldo più potente della politica, l’Iran cambia le leggi per vederlo in campo

Il calcio va oltre le tensioni e permette all'Al-Nassr di recarsi a Teheran per il prossimo match di AFC Champions League. Accordo rivoluzionario

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Ma lo sapete che la settimana prossima comincia la Champions League? No, non soltanto quella europea ma pure quella asiatica. L’impatto dell’Arabia Saudita sul mondo del calcio è stato davvero significativo, il che non fa altro che aumentare l’attesa anche per la AFC Champions League, massima competizione asiatica per club. In campo pure l’Al-Nassr che tra le proprie fila vanta un fuoriclasse assoluto come Cristiano Ronaldo. Proprio la presenza dell’asso portoghese ha contribuito affinché il club saudita potesse recarsi in Iran in trasferta.

Il calcio oltre le tensioni: accordo Arabia Saudita-Iran

Non c’è bisogno di ricordare come Arabia Saudita e Iran non siano in eccellenti rapporti. Bene, la prossima gara di AFC Champions League dell’Al-Nassr è prevista per il giorno 19 settembre alle ore 20 in casa del Persepolis, club di Teheran. Sono dovute scendere in campo le diplomazie dei due paesi per andare oltre i contrasti e far sì che questo incontro potesse andare in scena.

Non ci sarà bisogno, quindi, di un campo neutro per il regolare svolgimento della partita con andata e ritorno che si disputeranno nei rispettivi stadi delle due società. L’accordo è stato definitivo rivoluzionario dalla Confederazione calcistica asiatica.

Grazie a Cr7 internet free in Iran

Insomma, spesso il calcio è accusato di dividere ma in questo caso ha sicuramente giocato un ruolo fondamentale per smussare le tensioni e far sì che lo spettacolo possa andare avanti. Nella circostanza L’Iran allenterà le politiche restrittive legate a internet e ai social network.

Infatti, come annunciato dal presidente del Persepolis, Reza Darvish, tutti i giocatori dell’Al Nassr avranno speciali SIM per i loro dispositivi mobili che gli permetteranno di accedere a internet e navigare sui social network, altrimenti bloccati, come WhatsApp, X (Twitter), Facebook e Instagram. In futuro, il sogno degli arabi è quello di potersi inserire nella più famosa Champions League versione europea.

L’Al-Nassr di CR7 in ritardo in classifica

La presenza di calciatori del calibro di Cristiano Ronaldo in tal senso aiuta eccome. A proposito del campione portoghese, intanto per il suo Al-Nassr c’è da recuperare terreno in classifica dal momento che attualmente i Guerrieri del Najd hanno quattro lunghezze di svantaggio dalle prime due della classe della Saudi Pro League.

Nel prossimo turno la formazione guidata da Luis Castro si recherà a Buraidah per sfidare l’Al Raed. Il match si giocherà sabato 16 settembre alle ore 17 (italiane) e potrete guardarlo su LA7, emittente che ha acquistato i diritti televisivi dell’ormai blasonato campionato arabo.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...