Virgilio Sport

Sci alpino gigante Are, capolavoro Brignone: rimonta da urlo e vittoria numero 26 in coppa. Bassino quarta

Rimonta da urlo per Brignone: terza al termine della prima manche, si è lasciato Hector e Gut-Behrami dopo la seconda. Quarta posizione per una regolare Bassino.

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

In un clima da tregenda emerge prepotente il carattere di Federica Brignone. La campionessa azzurra, autrice di una seconda manche che andrebbe nelle scuole di sci, ribalta il risultato della prima che l’aveva vista chiudere in terza posizione e fa suo il gigante di Are. Vittoria numero 26 per Fede, davanti alla padrona di casa Sara Hector, delusissima perché a metà gara era prima con ampio margine, e a Lara Gut-Behrami. Quarto posto per un’ottima Marta Bassino.

La prima manche: Brignone e Bassino “prime delle umane”

A guardare la classifica parziale dopo la prima discesa, le italiane avevano già qualche buon motivo per sorridere. Perché Federica Brignone e Marta Bassino erano le “prime delle umane”, nel senso che hanno chiuso la prima prova rispettivamente al terzo e al quarto posto.

L’unica cosa che faceva storcere il naso era dovuta al fatto che entrambe sapevano di aver fatto una gara regolare e senza particolari sbavature, accusando però ritardi notevoli soprattutto nel secondo settore, forse a causa di un po’ di visibilità non eccelsa (Hector ha sfruttato appieno il pettorale numero 1, mentre le due azzurre sono scese una decina di minuti più tardi). Brignone è stata però brava a recuperare un po’ di terreno nel terzo intermedio, dove ha fatto registrare il miglior tempo (meglio anche della svedese, dietro di 14 centesimi), ma alla fine il ritardo è comunque stato superiore al secondo.

La pista non barrata, quindi un po’ più molle, potrebbe in qualche modo aver finito per sfavorire le due atlete azzurre (soprattutto Brignone), ma in generale tutte le atlete hanno fatto fatica, con la sola Gut-Behrami capace di limitare i danni nella seconda parte della manche.

La seconda manche: clamorosa rimonta per Federica

Nella seconda manche le condizioni meteo sono migliorate ed è venuto fuori il carattere di Brignone. Gli organizzatori hanno deciso di abbassare il cancelletto di partenza per evitare le folate di vento della prima marte e chi è riuscita a sfruttare al meglio la situazione è stata proprio la campionessa azzurra, protagonista soprattutto nel settore centrale di una prova maiuscola. Nettamente suo il miglior tempo nella seconda prova, con rimonta portata a casa.

Solo seconda, infatti, Sara Hector che ha pagato a caro prezzo la scelta di non prendersi troppi rischi, puntando sull’ampio vantaggio. Decisione che non ha fruttato. La svedese ha chiuso a 33 centesimi da Federica, davanti a Lara Gut-Behrami che può accontentarsi del terzo posto visto l’ampio vantaggio nella classifica generale. Per quella di specialità, invece, Brignone ha ancora speranze. Quarto posto, invece, per Marta Bassino, molto regolare ma purtroppo distante dal podio.

La soddisfazione di Brignone: “Orgogliosa e fortunata”

Federica al settimo cielo al termine della gara: “Nella prima manche non ero così contenta perché non avevo grande fiducia, non avevo grandi sensazioni. Mi sono detta che avrei dovuto fare l’impossibile nella seconda, anche perché questa pista mi piace. Sono stata fortunata perché non mi sentivo bene nella prima parte che poi è stata tolta. Devo dire che questo mi ha favorito tanto perché quel tratto aveva neve aggressiva. Ma avevo fiducia di rimontare e così è stato”.

“Ho provato a fare il massimo, sono entrata in ritmo sin dall’inizio, ho spinto e mi è venuto tutto bene, sinceramente non pensavo di farlo così bene”, ha ammesso l’azzurra. “Sono scesa senza timore di uscire, ma soltanto a spingere porta dopo porta. Vincere qui era un obiettivo, sono orgogliosa di me stessa e di quanto sto facendo. Siamo un gruppo fantastico, il clima in squadra è bello e anche con gli allenatori stiamo facendo un grande lavoro. Lo slalom? Voglio solo divertirmi”.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...