Virgilio Sport

Scommesse, Tonali si autodenuncia alla Football Association

Il centrocampista del Newcastle vuole "mettere un punto definitivo a una parentesi negativa". Il suo tecnico Howe interviene a difesa: andrebbe aiutato, la gente si è accanita su di lui

Pubblicato:

Sandro Tonali vuole “mettere un punto definitivo a una parentesi negativa e molto dolorosa della propria vita e ripartire con forza al termine della squalifica”. A riferire le parole del centrocampista del Newcastle, deferito anche dalla giustizia sportiva inglese per le scommesse non consentite, è la GRSports, l’agenzia che cura gli interessi tra gi altri dell’ex Milan.

L’autodenuncia di Tonali alla FA

Come riporta la stessa agenzia, Tonali si è autodenunciato alla Football Association e collabora con la Fa così come ha già fatto con la giustizia della Figc. Nella nota della GrSports, “si precisa che l’indagine in corso è un atto dovuto dopo che a ottobre 2023 il giocatore del Newcastle Sandro Tonali ha deciso di auto denunciarsi alla Fa, così come precedentemente fatto con la Figc per chiarire la propria posizione in merito alle scommesse da lui effettuate in epoca antecedente all’avvio del procedimento in Italia”.

Tonali rischia grosso

Il giocatore, prosegue la nota, “vuole mettere un punto definitivo ad una parentesi negativa e molto dolorosa della propria vita e ripartire con forza al termine della squalifica. Sandro Tonali quindi continuerà a collaborare pienamente con la Fa come fatto con la Figc e a fare tutto il possibile per garantire che questo processo possa essere risolto il più rapidamente possibile”. Intorno alll’ex centrocampista del Milan si è stretto non solo il Newcastle, ma anche altri rappresentanti del calcio inglese, dopo il deferimento per le scommesse fatte nei primi mesi da tesserato dei Magpies. Deferimento che potrebbe costargli un pesante prolungamento dell’attuale squalifica (10 mesi a livello mondiale, stabiliti dalla Figc).

Howe e Merson a difesa di Tonali

Eddie Howe, che oggi pomeriggio – nel corso della conferenza stampa di vigilia della gara di Premier League contro il West Ham – si è schierato apertamente al suo fianco. “Durante questi mesi Sandro ha sofferto molto e ha chiesto aiuto – le parole del manager inglese -. La sua dipendenza (dal gioco, ndr) non si è fermata quando si è trasferito dall’Italia all’Inghilterra. Aveva una malattia e la gente dovrebbe vederla in questo modo, e non accusarlo o peggio punirlo ancor di più, perché non è così che si arriva alla radice del problema”. Nei giorni scorsi l’ex centrocampista dell’Inghilterra Paul Merson, che ha confessato di essere stato in passato un “giocatore d’azzardo compulsivo”, ha definito la squalifica di Tonali una “vergogna”, sproporzionata alla condizione di dipendenza del giocatore.

Tonali, le date dell’iter

Tonali, 23 anni, ha tempo fino al 5 aprile per presentare appello contro il deferimento per le presunte violazioni delle regole sulle scommesse, e scongiurare così un’ulteriore squalifica che rischia di rinviare il suo ritorno in campo, atteso per il prossimo agosto. Tonali finora ha collezionato solo 12 presenze con il Newcastle prima che gli venisse imposto il divieto di allenarsi con il resto della squadra.

Ecco cosa rischia Tonali dopo il nuovo deferimento

Scommesse, Tonali si autodenuncia alla Football Association Fonte: Imago

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...