Virgilio Sport

Serie A, dopo la Juve nuova penalizzazione in vista: rischio concreto per un altro club

Dopo i quindici punti di penalizzazione inflitti alla Juventus per il caso plusvalenze, la Serie A rischia di veder comminare un taglio in classifica a un altro club

02-02-2023 23:06

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

Ennesima assemblea dei azionisti, la quarta consecutiva, andata deserta e, ora, cresce il rischio di una Serie A con un’altra squadra penalizzata in classifica, se non peggio. Dopo i quindici punti di penalizzazione comminati dalla Juventus per il caso plusvalenze, infatti, anche la Sampdoria potrebbe ritrovarsi con una classifica ancora più compromessa di quello che già dice il verdetto del campo che, fin qui, vede i blucerchiati in piena crisi, con appena nove punti, figli di due sole vittorie e tre pareggi in venti gare disputate.

Ennesima assemblea degli azionisti deserta

Convocata in via straordinaria questo pomeriggio per discutere della complessa situazione finanziaria del club, l’assemblea degli azionisti della Sampdoria è andata puntualmente deserta. Come riporta l’ANSA, le indiscrezioni parlano di una comunicazione di assenza fatta pervenire solo in mattinata dall’azionista di maggioranza, la Sport Spettacolo Holding della famiglia Ferrero, anche se fin dalla giornata di ieri (primo febbraio 2023) si era paventato quanto, poi, effettivamente accaduto nella giornata odierna. Continuano, dunque, i problemi per una Samp con l’acqua alla gola anche in classifica.

Penalizzazione pericolo concreto

Salta, dunque, per l’ennesima volta la ricapitalizzazione per mettere in sicurezza il club fino al termine della stagione che l’ex presidente blucerchiato, Massimo Ferrero, avrebbe voluto attuare grazie agli accordi che avrebbe cercato di raggiungere con un consorzio di fondi a Statunitensi: una cifra di 35 milioni di euro, che avrebbe potuto ottenere mettendo sul piatto come garanzia le azioni della Sampdoria. Niente, di fatto, dunque, e il termine per pagare gli stipendi dei tesserati e soddisfare le normali scadenze fiscali relative al quarto trimestre 2022 si avvicina pericolosamente.

La scadenza per “saldare un conto” che ammonta a circa 11 milioni di euro, è fissata per il prossimo 16 febbraio: due settimane che, dopo mesi di incertezza e tentennamenti, appaiono davvero troppo poche per evitare, come riporta anche La Gazzetta dello Sport, una eventuale penalizzazione in classifica. Il Consiglio di Amministrazione blucerchiato continua a lavorare per raccogliere dalle linee di credito già attive i fondi per far fronte alle scadenze e portare al termine la stagione, ma potrebbe non essere sufficiente.

Banche come unica speranza

Nella giornata di domani potrebbe, però, tornare a muoversi qualcosa, con un possibile incontro tra il CdA della Samp e l’avvocato Eugenio Bissocoli, esperto nominato dalla Camera di Commercio di Genova per la composizione negoziata della crisi del club blucerchiato. Un passaggio importante, che potrebbe portare a riaprire le comunicazioni con i creditori per provare a dilatare i tempi necessari a saldare i debiti. Bissocoli dovrebbe anche lavorare accanto al CdA per indirizzarne al meglio le prossime mosse da compiere. Allo stato attuale delle cose, le banche sembrano essere l’unica ancora di salvezza per evitare il peggio.

La mossa del Cda

Come rivelato da Calcio&Finanza, il CdA si è attivato anche inoltrando tutta la documentazione necessaria per presentare domanda di ammissione alla procedura di composizione negoziata della crisi d’impresa. Una mossa che porterebbe il Tribunale ad accogliere la possibile richiesta del club di misure protettive e cautelari previste in questi casi e, quindi, avviare provvedimenti tutelari per il patrimonio dell’impresa. Si tratterebbe di uno scenario completamente nuovo, che porterebbe la FIGC a valutare e dare il proprio parere circa l’eventuale compatibilità della procedura con le Norme Organizzative Interne Federali. La situazione resta, comunque, drammatica e l’ombra della penalizzazione si fa sempre più lunga sul futuro del club blucerchiato.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...