Virgilio Sport

Serie C: Zeman sprofonda, Salifou trascina la Juventus, l’Avellino vola: cosa è successo ieri

Nel girone A, è terminato in parità il derby tra Vicenza e Padova. Torna al successo e alla guida della classifica del girone C la Juve Stabia

Pubblicato:

Ylenia Cucciniello

Ylenia Cucciniello

Football Specialist

Giovanissima e appassionatissima di tutto lo sport: scrive di calcio giocato ma non rinuncia allo sguardo sull'extra campo, dove spesso si trovano risposte che il rettangolo verde non riesce a restituire

Tante emozioni nell’undicesimo turno di Serie C. Nella giornata di ieri, domenica 29 ottobre, sono andate in scena la maggior parte delle sfide di tutti e tre i gironi, con i big match che hanno infuocato la giornata di Lega Pro. Nel girone A, Vicenza e Padova si sono divise la posta in palio nell’atteso derby, caratterizzato da una vasta cornice di pubblico.

Solo un assaggio del girone B, con il tris della Juventus Next Gen calato contro l’Olbia e il Pescara di Zeman che ha subito la seconda sconfitta consecutiva, questa volta per mano della Recanatese. Protagonista il girone C, invece, con Avellino e Juve Stabia alle prese con la lotta alla vetta. Proprio i biancoverdi, hanno riscritto la storia portando a casa una grande vittoria contro il Catania. Le Vespe, invece, si sono ricattate dalla battuta d’arresto del turno infrasettimanale e sono tornate al successo grazie all’1-0 rifilato al Latina.

Botta e risposta tra Vicenza e Padova

Il derby nel girone A di Serie C tra Vicenza e Padova è terminato con il risultato finale di 1-1 tra il calore dei quasi 11mila spettatori. I padroni di casa hanno sbloccato la gara grazie alla rete di Sandon nel primo tempo, ma nella ripresa è stato il gol di Radrezza dal dischetto a riportare il match in parità. Buon punto per la squadra di Torrente, attualmente a quota 23, alla pari della Triestina; gli uomini di Diana, che non vincono dallo scorso 30 settembre, scivolano a -10 punti dal Mantova capolista

Torres imbattuta, male il Pescara

Cade di nuovo il Pescara di Zeman che, tra le mura amiche dell’Adriatico, è stato piegato dalla Recanatese. Dopo l’iniziale vantaggio dei padroni di casa con la rete di Tommasini, la squadra di Pagliari ha ribaltato il match con Morrone e Lipari. Non si sono arresi i biancoblù, che con Cangiano hanno riportato la sfida nuovamente in parità, ma di nuovo Lipari, in extremis, ha messo un’ipoteca sulla vittoria.

Sorride la Juventus Next Gen dopo quattro turni grazie al tris calato contro l‘Olbia. È successo tutto nel secondo tempo, con la doppietta di Salifou a cui ha risposto la rete sarda di Nanni, tentando di accorciare le distanze, ma è stato Mbangula allo scadere ad aver chiuso ufficialmente i conti.

La Torres, intanto, difende con le unghie e con i denti la vetta della classifica del girone B, maturando un pareggio contro la Spal in una gara non del tutto semplice. La prima rete è stata dei biancazzurri dopo quattro minuti dal fischio d’inizio grazie a Collodel.

In seguito, prima dell’intervallo, entrambe le squadre hanno dovuto rinunciare a due pedine: espulsi capitan Scotto e il gioiellino Rao. Nella ripresa, i padroni di casa hanno ristabilito la parità grazie a un colpo di testa di Diakitè.

Infine, nel match tra Lucchese e Pontedera, gli ospiti hanno conquistato il successo grazie alla doppietta di Catanese. Di Fedato la rete segnata dagli uomini di Gorgone che, nel finale, hanno sfiorato il pareggio con il palo su punizione di Gucher. Infine, una rete a testa nel derby tra Fermana e Ancona: al gol di Colavitto ha risposto Misuraca.

Avellino inarrestabile, la Juve Stabia torna alla vittoria

Si è infiammato il girone C con la storica vittoria dell’Avellino sul campo del Catania dopo 75 anni dall’ultima volta. I biancoverdi espugnano il Massimino con le reti di Marconi e Gori e firmano la sesta vittoria consecutiva tra campionato e Coppa Italia, dando vita al duello ai vertici della classifica con la Juve Stabia. Periodo piuttosto opaco per gli etnei, con la permanenza in panchina di Tabbiani a forte rischio.

Arriva nel pomeriggio la risposta delle Vespe, che tornano alla vittoria dopo la battuta d’arresto contro la Casertana mandando ko il Latina: a decidere la sfida è stato il gol del difensore Bellich, arrivato a quota tre reti stagionali. Pari pirotecnico, invece, tra Crotone e Messina, terminato con il risultato finale di 3-3.

Al gol degli ospiti con Giunta, hanno risposto Tumminiello e Gomez; nella ripresa, dopo il pareggio degli uomini di Modica con Luciani, si sono fatti rivedere i padroni di casa con lo stesso Tumminiello. All’80’, però, Polito ha chiuso ufficialmente i conti dividendo la posta in palio.

Vince ancora la Casertana che si impone anche contro il Cerignola con il risultato finale di 4-2. Male la Turris, che subisce la terza sconfitta consecutiva, questa volta per mano del Giugliano: alla squadra di Bertotto è bastata la rete di De Rosa. A seguire, prima vittoria stagionale del Monterosi che manda ko il Sorrento nello scontro diretto nelle zone calde della classifica.

In serata, il Taranto di Eziolino Capuano ha ribaltato il Francavilla: al gol di Artistico, hanno risposto Kanoute e Riggio. Nell’altra gara pugliese, quella tra Brindisi e Monopoli, i biancoverdi hanno gioito per la vittoria grazie alla rete di Starita e l’autorete di Cappelletti.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...