,,
Virgilio Sport

Serra è tornato ad arbitrare club di A 7 mesi dopo Milan-Spezia: il verdetto

L'arbitro torinese fu punito dopo aver combinato un pasticcio a San Siro, ieri ha diretto Monza-Frosinone: il giudizio di Cesari

08-08-2022 10:35

Sette mesi di purgatorio e ieri ha ricominciato a vedere la luce. Marco Serra ieri è tornato a dirigere una squadra di serie A dopo il lungo periodo di punizione per il clamoroso errore commesso lo scorso gennaio a San Siro in Milan-Spezia, quando interruppe nel finale un’azione offensiva dei rossoneri per fischiare con troppa fretta un fallo, ignorando il vantaggio e di fatto vanificando il gol di Messias. Poco dopo lo Spezia segnò anche il gol-partita e quell’errore rischiò di falsare il campionato.

Marco Serra si scusò parlando a Sky

Un mese dopo l’episodio l’arbitro Serra confessò a Sky quel che era accaduto durante e dopo Milan-Spezia: “E’ passato qualche giocatore del Milan. Florenzi, che era affranto come me, mi ha abbracciato. Poi è passato Calabria, Theo e Diaz che mi hanno detto di tirarmi su e di reagire perchè si sbaglia tutti. E’ arrivato anche Ibra. La sostanza del suo intervento era: ‘Ora dimostra di essere forte, devi essere forte. Reagisci’. Mi hanno fatto molto piacere questi gesti, credo di aver realizzato il giorno dopo quello che avevano fatto. In quel momento forse non l’avevo apprezzato come dovevo quel gesto. Se ho dormito dopo quella partita? Un’oretta sul divano”

Sull’episodio del gol di Messias spiegò: «Nella mia testa c’è stato un errore di priorità, mi sono concentrato sul contrasto tra Rebic e Bastoni. E concentrandomi su quello non ho visto Messias che stava per tirare in porta. Dopo il fischio ho sperato che il tiro di Messias non entrasse in porta».

Serra ha fischiato due rigori in Monza-Frosinone

La Can da quel momento, dopo un mese di stop, lo ha reintregrato piano piano, mandandolo soprattutto in serie B e ieri, in coppa Italia, è tornato ad arbitrare una squadra di A. Ha infatti diretto Monza-Frosinone, terminata 3-2 per i brianzoli.

Gara non facile con Serra che nel primo tempo ha fischiato due rigori per il Monza: prima è stato Kone, all’esordio in maglia canarina, a commettere un fallo ingenuo su Birindelli in piena area di rigore. Dal dischetto si è presentato Valoti che ha spiazzato Turati.

Venti minuti più tardi è stato Oyono a sgambettare Valoti a pochi passi dall’estremo difensore giallazzurro che, ancora una volta, non ha potuto fare niente dal dischetto. Rigore questa volta battuto da Caprari. Il Frosinone ha provato la rimonta, pareggiando nella ripresa grazie ai gol di Haoudi e Kone. Il Monza però, a poco dal termine, ha trovato il gol del 3-2 con Gytkjaer.

Serra promosso da Graziano Cesari

La prova di Serra è stata analizzata alla moviola da Graziano Cesari. Su Mediaset l’ex arbitro genovese ha detto: “I due rigori per il Monza c’erano tutti, ma ce n’era anche un terzo su Carlos Augusto. Il penalty era netto. In quell’occasione, nel secondo tempo, c’è stato l’unico errore dell’arbitro Serra che comunque ha diretto bene”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...