Virgilio Sport

Su rosso a Insigne scontro social Marelli-Cruciani

Fa discutere l'espulsione del capitano del Napoli a San Siro

17-12-2020 10:05

Cosa abbia detto Insigne all’arbitro Massa per meritare il cartellino rosso ormai è di dominio pubblico (“vai a c… fai il fenomeno”), così come tutti sono d’accordo che in quel minuto passato dall’occasione da rete fallita dal Napoli al rigore per l’Inter con conseguente espulsione del capitano azzurro ci sia stata la vera svolta del big-match di San Siro. Per Gattuso il rosso a Insigne è stato eccessivo, nel dopo-gara Ringhio si è arrabbiato non poco ma aveva ragione?

Cruciani difende Gattuso e Insigne

Un salvagente glielo porge su twitter Giuseppe Cruciani, che pure solitamente non è tenero con Napoli e i napoletani. Il polemista, conduttore de La Zanzara, scrive: “Gattuso, come al solito, ha ragione da vendere: un vaffa ci può stare, non si può falsare una partita. Sono serio. Un vaffa può scappare, espulsione troppo grave. Bastava un giallo”.

Luca Marelli difende la scelta di Massa

Il primo a rispondergli su twitter è Luca Marelli. L’ex arbitro comasco non accetta la tesi di Cruciani: “Sei serio? Manca solo che sdoganiamo gli insulti agli arbitri, non scherziamo. non esiste al mondo che un arbitro accetti un insulto sparato in faccia. Spesso in campo si risponde a tono ma non in situazioni statiche. L’espulsione è sacrosanta, a gioco fermo non è tollerabile una roba del genere”.

I tifosi si dividono sui social

Scattano reazioni a raffica e i tifosi si dividono: “Non è tollerabile. Va bene. Al prossimo vaffa non sanzionato cosa succede?” o anche: “Cesari a Pressing conferma il cartellino rosso. Personalmente ritengo che è giusto , ma secondo me nel 90 % delle partite l’arbitro non ti espelle.. l’ultimo della Juve che ricordo durante i 90 ‘ è Mandzukic a Udine qualche anno fa..” oppure: “Vidal, in Champions, è stato espulso per molto meno, falsando l’intera qualificazione dell’Inter”.

La maggioranza considera giusta l’espulsione di Insigne: “il passo successivo saranno le mani addosso ?” o anche: “Un arbitro non può contravvenire palesemente ad una regola. Come giustificherebbe la mancanza di un provvedimento disciplinare?” e infine: “dopo il rosso Insigne gli dice “ fai il fenomeno “, solo per quello gli darei 3 giornate così impara a fare il fenomeno lui!!”. Molti perà sottolineano la disparità di trattamento: “Per anni ho visto i vari Totti de Rossi e tutta la rosa della Juve mandare palesemente a quel paese gli arbitri e gli arbitri muti. Evidentemente ci sono vaffa e vaffa”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...