Virgilio Sport

Supercoppa Napoli-Inter, moviola: I pasticci di Rapuano rovinano la finale, quanti errori

La prova dell’arbitro in Supercoppa analizzata ai raggi X da Graziano Cesari, il fischietto di Rimini ha ammonito 8 giocatori ed ha espulso Simeone

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Così come la scelta di Marchetti per la semifinale Inter-Lazio aveva sorpreso molti ecco che Rocchi ha spiazzato ancora con la scelta di Rapuano per la finale tra il Napoli e i nerazzurri. Il fischietto di Rimini di recente aveva fatto male proprio in una gara con l’Inter, a Monza, quando aveva concesso tre rigori non tutti limpidi ed annullato un gol dubbio a Pessina che avrebbe potuto far girare diversamente la partita. I numeri della scorsa stagione per lui dicono: pochi falli, ma tanti cartellini estratti. Infatti, nelle 12 presenze stagionali, la media di falli fischiati è molto bassa (22,43), così come quella di falli per contrasto (0,67). La musica cambia in merito alle ammonizioni comminate: sono ben 63 i cartellini gialli estratti. A questi si devono aggiungere i 3 cartellini rossi estratti durante il campionato ma come se l’è cavata ieri a Riad?

I precedenti di Rapuano con Napoli e Inter

I sei precedenti di Rapuano con Napoli e Inter hanno visto complessivamente 24 gol segnati. Rapuano aveva quattro precedenti con il Napoli, tre positivi e uno negativo: le vittorie contro il Sassuolo (il 6-1 nella stagione 2021/22 e il 4-0 della stagione successiva), il pesante ko interno per mano del Milan (0-4 nella scorsa stagione) e, più recentemente, il 2-0 alla Salernitana dello scorso novembre. Due soli i precedenti con l’Inter: la scorsa stagione la sconfitta a San Siro con l’Empoli (0-1) e la recentissima vittoria per 5-1 a Monza di solo una settimana fa.

Rapuano ha ammonito 8 giocatori ed ha espulso Simeone

Coadiuvato dagli assistenti Colarossi e Tolfo, con Di Bello nelle vesti di quarto uomo, Di Paolo al Var e Aureliano all’Avar, l’arbitro ha ammonito 8 giocatori (più Mazzarri), di cui 4 della squadra di Inzaghi, ed ha espulso Simeone per doppio giallo: 42′ p.t. Rrahmani (N), 44′ p.t. Calhanoglu (I), 1′ s.t. Zerbin (N), 3′ s.t. de Vrij (I), 10′ s.t. Barella (I), 10′ s.t. Simeone (N), 15′ s.t. Simeone (N), 30′ s.t. Mazzarri (N), 45′ s.t. Gaetano (N), 47′ s.t. Lautaro (I).

Napoli-Inter, per Cesari merita 4 Rapuano

Diversi i casi da moviola e per Graziano Cesari c’è la bocciatura totale dell’arbitro. Il moviolista di Mediaset è lapidario a Canale 5: “Rapuano non mi è assolutamente piaciuto, voto 4″. Poi fa rivedere gli episodi dubbi: “La prima ammonizione di Simeone per fallo su Calhanoglu non c’è, mi sembra un fallo normale. Nel primo tempo Calhanoglu mette giù Zerbin e l’arbitro non prende provvedimenti, poi al 26′ il turco commette fallo su Lobotka e anche in questo caso l’arbitro lascia stare. Al terzo intervento si prende il giallo su quello che è meno fallo dei tre”.

“Perché non ha fatto la stessa cosa con Simeone? Se mandi un messaggio nel primo tempo, perché nel secondo tempo cambi modo di arbitrare?”. E sul fallo di Barella che gli costa l’ammonizione (salterà la Fiorentina): “Tocca nettamente la palla prima e lo ammonisce perchè protesta. Rapuano ha buttato al vento una grande occasione in Napoli-Inter“.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...