Virgilio Sport

Tennis: Sinner-Djokovic, salta il primo round a Parigi-Bercy. Colpa di Wawrinka

Niente sfida di doppio al Master 1000 di Parigi-Bercy tra Sinner e Djokovic, dopo che l'altoatesino e il suo compagno di squadra, Wawrinka, hanno deciso di ritirarsi

31-10-2023 18:45

Matteo Morace

Matteo Morace

Live Sport Specialist

La multimedialità quale approccio personale e professionale. Ama raccontare lo sport focalizzando ogni attenzione sul tempo reale: la verità della dirette non sono opinioni ma fatti

Jannik Sinner e Novak Djokovic si sarebbero dovuti affrontare oggi in un’inedita sfida di doppio per tastare il terreno del Master 1000 di Parigi-Bercy. Sfida annullata definitivamente visto il ritiro dell’altoatesino e del suo compagno di squadra Stan Wawrinka prima dell’inizio della sfida contro il ventiquattro volte campione slam e Miomir Kecmanovic, che hanno quindi affrontato e battuto 6-4 6-2 la coppia composta da Gonzalo Escobar e Aleksandr Nedovyesov.

Una sfida che sarebbe stata utile in ottica Davis

La scelta di giocare anche il torneo di doppio all’ATP Master 100 di Parigi-Bercy era stata presa da Jannik Sinner per testare e abituarsi il prima possibile alle condizioni del cemento parigino e soprattutto delle palline che tanto stanno facendo discutere. Ma sarebbe stato un test molto importante anche in ottica Coppa Davis.

Da quando l’Italia si ritrova senza i suoi Chicchi, in realtà senza il solo Fabio Fognini adesso, in Coppa Davis ha sempre faticato parecchio nel doppio, trovandosi spesso obbligata a vincere entrambi i match di singolare per poter trionfare. Bolelli rimane si nel giro dei convocati, ma appare ormai lontano dai livelli che lo avevano portato a trionfare agli Australian Open nel 2015 insieme a Fognini e vista la sua età appare sempre più necessario trovare delle alternative.

Alternative che al momento si stanno cercando in Andrea Vavassori, l’italiano meglio classificato nel ranking di doppio, e nella coppia composta da Lorenzo Sonego e Lorenzo Musetti, che aveva ben impressionato al Master 1000 di Cincinnati, ma che non possono escludere un impiego di Sinner anche in doppio. L’altoatesino al momento è nettamente l’italiano più in forma e nelle ultime due stagioni, soprattutto in questa che sta volgendo al termine, ha messo in mostra una crescita incredibile anche nel gioco a rete, dove ora appare molto più sicuro e meno impacciato. Per questo motivo la sfida contro Djokovic ci avrebbe potuto regalare indicazioni importanti anche per le finals di Coppa Davis.

Le motivazioni del ritiro

Non sono ancora ufficiali le motivazioni dietro il ritiro di Sinner e Wawrinka, ma è molto probabile che siano dovute a un forfait del tennista elvetico. Stan the Man ieri è infatti rimasto in campo contro Dominic Thiem fino alle 02:30 del mattino, altro argomento di cui si discute molto nel circuito è proprio quello degli orari folli, e considerando la sua età, si tratta di un classe ’85, non sorprende come possa necessitare di riposo prima di tornare in campo, il tutto considerando che il doppio non è assolutamente la sua priorità al momento.

Quando torna in campo Sinner

Per il debutto di Sinner a Parigi bisognerà dunque aspettare la giornata di domani, quando affronterà lo statunitense Mackenzie McDonald, che oggi ha eliminato il connazionale J.J. Wolf con il risultato di 1-6 6-4 6-2, al secondo turno dopo aver usufruito di un bye al primo essendo testa di serie n°4. Tra i due ci sono due precedenti, entrambi a favore dell’altoatesino, che proprio contro McDonald conquistò il suo primo titolo ATP 500 a Washington nel 2021.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...