Virgilio Sport

Tottenham-Milan, la moviola: Riflettori sul cartellino rosso a Romero

La prova dell'arbitro francese Turpin a Londra analizzata ai raggi X dall'esperto di Prime Calvarese

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

E’ un arbitro di livello altissimo Clement Turpin, designato per la gara di ritorno degli ottavi di Champions League di ieri a Londra tra Tottenham e Milan, Il fischietto transalpino ha diretto la finale di Champions dell’anno scorso fra Liverpool e Real ed anche se la sua carriera internazionale è partita in sordina e il direttore di gara appariva nel rapporto un po’ freddo con i giocatori inizialmente, oggi è uno degli arbitri top dell’Uefa ma come se l’è cavata ieri nel match finito senza reti che ha sancito il passaggio ai quarti del Milan?

Tottenham-Milan, Turpin ha ammonito anche Conte per proteste

Turpin, assistito da Nicolas Danos FRA e Benjamin Pages con IV uomo Jérémie Pignard e Alejandro Hernández al Var con all’AVAR Willy Delajod, ha ammonito tre giocatori – 17’ pt Romero (Tot), 21’ pt Lenglet (Tot), 47’ st Thiaw (Mil) – il tecnico degli inglesi Conte per proteste e ha espulso al 31’ st Romero (Tot).

Tottenham-Milan, i precedenti con i rossoneri

Non erano felici i precedenti di Turpin con il Milan. Nel 2021 Turpin arbitrò (male) Milan-Porto terminata 1-1, convalidando un gol irregolare agli ospiti (al 5’ Grujic ruba il pallone a Bennacer e serve Diaz che segna lo 0-1 ma il serbo sgambetta il milanista con il piede sinistro; poi con il destro tocca il pallone, ma soltanto in un secondo momento. È fallo e Letexier al Var non se ne accorge) ed era il direttore di gara l’8 marzo 2018, in occasione della sfida d’andata degli ottavi di Europa League persa dai 0-2 dai rossoneri a San Siro contro l’Arsenal.

Tottenham-Milan, i casi discussi

Questi gli episodi più caldi. Al 3′ Skipp trattiene Leao. L’arbitro ferma il gioco ma non ammonisce. Al 16′ arriva la prima ammonizione per Romero per un brutto fallo su Leao. Al 47′ Romero, già ammonito, colpisce Brahim Diaz con una manata al volto. I giocatori di Pioli chiedono il secondo giallo e dunque il rosso per il difensore del Tottenham, l’arbitro Turpin concede solo punizione. Al 76′ Romero stende Theo Hernandez con un fallaccio. Arriva il secondo giallo per il giocatore.

Tottenham-Milan, per Calvarese giusto il rosso a Romero

A fare chiarezza è Gianpaolo Calvarese. L’ex arbitro ha espresso il suo parere ad Amazon Prime. Prima della gara ha rivelato un aneddoto: “Turpin è cresciuto tantissimo lavorando e applicandosi, ha già fatto due mondiali, due europei e ha solo 40 anni! Una notazione sul suo Var: sarà lo spagnolo Hernandez, e non il suo solito connazionale Benoit Millot. Vi chiedete perché? Perché Billot era il Var di Fiorentina Braga, con quell’incredibile annullamento del gol di Cabral, con rovesciamento della chiamata del fuorigioco semiautomatico. Rosetti non ha apprezzato, e stasera Turpin avrà in cuffia un collega diverso”. Sull’episodio-chiave dell’espulsione Calvarese è lapidario: “Espulsione netta. Romero va dritto su Theo. Decisione ineccepibile”.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...