Virgilio Sport

Verona-Inter 2-2: è un pari la prima di Oaktree, i fischi a Dimarco e la notte di Arnautovic

I top e flop di Verona-Inter: bene anche Frattesi, Carlos Augusto e Calhanoglu ; fenomeni gli attaccanti del Verona: Suslov e Noslin. Perilli salva tutto. Male Acerbi e Barella

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Due gol per parte e applausi per tutti tranne uno. Verona-Inter finisce così, con l’Hellas osannata dal suo pubblico per l’impresa di una salvezza che sembrava impossibile e che invece era già arrivata una settimana fa e l’Inter che festeggia la sua seconda stella con un’altra prova maiuscola, nonostante qualche sbavatura in difesa. La prima partita della gestione Oaktree è comunque in linea con quanto fatto finora, adesso si vedrà come intende agire il fondo Usa che ha preso l’Inter da Zhang.

Hellas Verona-Inter, la chiave tattica della partita

Nessuna sorpresa tattica per entrambe le squadre: gli uomini di Baroni si schierano con il 4-2-3-1 con Noslin centravanti supportato da Suslov alle sue spalle, Lazovic a sinistra e Mitrovic a destra. L’Inter si schiera con il solito 3-5-2 ma non riesce a contenere adeguatamente i movimenti degli attaccanti avversari che causano non pochi problemi ed errori alla difesa nerazzurra. Suslov e Noslin sono i due attaccanti più pericolosi del Verona che, con inserimenti continui, trovano due reti fondamentali. Nel secondo tempo l’Inter alza il ritmo di gioco, trova la rete del pareggio ma non predomina tatticamente sul Verona che resta di continuo imprevedibile e pericoloso.

Clicca qui per rivivere tutti i momenti salienti di Hellas Verona – Inter

I top e flop dell’Hellas Verona

  • Noslin 8. Si imbuca alle spalle di Acerbi e mette a segno il gol del pareggio (1-1) con un tiro ad incrociare sul secondo palo. Serve l’assist del momentaneo 2-1 per Suslov.
  • Suslov 8. Prima si inventa un assist perfetto per Noslin, poi realizza il gol del vantaggio (2-1) battendo Audero nell’angolino
  • Perilli 7. Salva di tutto con i suoi interventi provvidenziali ed evita goleada degli attaccanti nerazzurri.
  • Cabal 5. Commette una grossa ingenuità sul primo gol della gara: a causa di un suo liscio concede ad Arnautovic di andare in porta e trovare la rete dello 0-1.

I top e flop dell’Inter

  • Arnautovic 8.5. Doppietta e gran prestazione. Prima apre la gara sfruttando un assist di testa di Bisseck e un liscio di Cabal, poi sfrutta un assist di Frattesi per segnare una gran rete al volo valida per il 2-2.
  • Frattesi 7.5 Sul gol del 2-2 stoppa un pallone al volo di petto ma il suo stop si tramuta in un assist incredibile per Arnautovic che realizza la rete del pareggio. Va vicino al gol del 2-3 con un pallonetto ribattuto dala traversa (20esimo palo colto in stagione dall’Inter)
  • Acerbi 5. Si fa infilare alle spalle da Noslin che realizza il gol dell’1-1. Va in difficoltà in tutta la gara negli uno contro uno con l’attaccante del Verona.
  • Barella 5. Perde una palla dal limite dell’area di rigore in fase di impostazione di gioco e concede al Verona una ripartenza che la porta al gol del 2-1.

Inter, cosa ha funzionato

Dopo aver aperto la gara, l’Inter non ha saputa tenerla ma ha saputo riacciuffarla alzando i ritmi di gioco nel secondo tempo con un Verona super scatenato fino all’ultimo.

Perilli nega la vittoria all’Inter

Ci ha provato fino alla fine l’Inter a vincere questa gara da montagne russe: subito avanti con Arnautovic i nerazzurri sono stati travolti dalla furia agonistica del Verona che nel primo tempo ha fatto il bello e il cattivo tempo prima di subìre il raddoppio di Arnautovic. Ripresa di marca interista ma Perilli fa il fenomeno, i legni aiutano l’Hellas e il 2-2 resta il risultato finale.

La serata di gloria delle riserve

Dopo una stagione da totale comprimario, fermato anche da tanti infortuni, si è preso la copertina in extremis Marko Arnautovic: due gol da rapace d’area, una prova di forza e classe che acuisce i (suoi) rimpianti – manifestati con la mancata esultanza – per una stagione in cui avrebbe voluto incidere in più. Festa anche per Raffaele Di Gennaro, il terzo portiere entrato nel secondo tempo al posto di Audero e che ha esordito in A a 31 anni

Tifosi Verona fischiano Dimarco dell’Inter durante la gara

Era il 6 Gennaio 2024 quando l’esultanza dell’ex terzino gialloblù in faccia a Thomas Henry dopo il rigore sbagliato, nella gara d’andata tra le due squadre al Meazza, fece scoppiare l’inferno. Dopo oltre quattro mesi i tifosi del Verona non hanno dimenticato questo gesto da parte di Federico Dimarco: tra fischi incessanti, ad ogni suo tocco palla, e cori contro molto pesanti hanno rovinato l’ultima giornata di campionato al loro ex giocatore (stagione 2020-2021).

Inter, l’ultima di Zhang da presidente

Con la gara di questa sera si chiude così definitivamente l’era di Zhang all’Inter dopo 6 lunghi anni che lo hanno portato ad essere il terzo presidente più vincente della storia dei nerazzurri. Il presidente ‘tifoso’ non era presente al Bentegodi ma la Curva Nord gli ha comunque dedicato uno striscione: “Grazie presidente Zhang, Milano sarà sempre casa tua”.

C’è una cosa che però accomuna Oaktree e Suning: l’esordio alla guida dei nerazzurri al Marcantonio Bentegodi di Verona però contro il Chievo dove l’Inter cadde sotto i colpi di Valter Birsa autore di una doppietta.

Le rassicurazioni di Marotta su Lautaro

Prima della partita l’ad Marotta aveva provato a rassicurare tutti sul futuro: “Sentire e vedersi in video con Zhang era frequente per tutti noi dirigenti, nel contempo si è molto appassionato e come dichiarato da lui è diventato molto tifoso di questa squadra. Spero possa seguire le nostre partite, nello stesso tempo però devo dare il benvenuto a questo fondo nuovo perché è composto da persone che ci danno ampie garanzie. Il rinnovo di Lautaro? Quando si negozia coi calciatori il nodo c’è sempre, non è che sia congelato, abbiamo dovuto rallentare perché ci sono degli aspetti burocratici di avvicendamento da una proprietà all’altra. Normale che ci sia una frenata ma i presupposti sono ottimisti e confortanti, alla base c’è una grandissima volontà del giocatore di continuare con noi e questo è un principio che salvaguarda ogni tipo di negoziazione”.

La rabbia dei tifosi dell’Inter sui social

Sul web non hanno preso bene i tifosi nerazzurri né i fischi a Dimarco, né la telecronaca: “Ma che gufata ha fatto il telecronista? Dice: si conferma con oggi che l’Inter quest’anno non ha MAI subito gol nei primi 15 minuti. 10 secondi dopo: gol del Verona” e poi: “La pochezza e la miseria di una pseudo squadra come il Verona si capisce dall’unica cosa che sanno fare: fischiare Dimarco” e anche: “Ma hanno intenzione di fischiare dimarco per 90 minuti?” oppure: “Il Bentegodi che fischia Dimarco… Ma perché? Avrebbe dovuto preferire rimanere a Verona piuttosto che tornare all’Inter?” e infine: “Nessuno può fischiare Dimarco senza il mio permesso”.

Hellas Verona-Inter: il tabellino del match

HELLAS VERONA: Perilli; Tchachoua, Coppola, Cabal (67’Magnani),Vinagre; Belahyane (74′ Dani Silva), Serdar; Mitrovic (74′ Tavsan), Suslov (83′ Cissé), Lazovic (67′ Charlys); Noslin. In panchina: Chiesa, Toniolo, 18 Centonze, Dawidowicz, Patanè, Ajayi,Corradi, Bonazzoli. Allenatore: Marco Baroni.

INTER: Audero (68′ Di Gennaro); Bisseck, Acerbi, Carlos Augusto; Dumfries (56′ Cuadrado), Frattesi, Calhanoglu, Barella (68′ Asllani), Dimarco (56′ Buchanan); Arnautovic (56′ Sanchez),Thuram. In panchina: Sommer, Di Gennaro, Sensi,De Vrij, Lautaro Martinez, Klaassen, Mkhitaryan, Pavard, Darmian, Bastoni. Allenatore: Simone Inzaghi.

ARBITRO: Zufferli. Assistenti: Bottegoni – Lombardo. Quarto ufficiale: Camplone. VAR: Valeri. Assistente VAR: Miele.

MARCATORI: 10′, 46′ pt Arnautovic (I), 16′ Noslin (V), 37′ Suslov (V)

NOTE. Ammoniti: Cabal (V), Barella (I)
Corner: 8-3
Recupero: 1°T 1′, 2°T 3′.

Clicca qui per rivedere tutti i risultati stagionali dell’Inter

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...