Virgilio Sport

Volley Superlega, mercato in fermento: rivoluzioni a Piacenza e Civitanova. Perugia attende Ishikawa, Monza "saccheggiata"

Entra nel vivo il mercato delle formazioni di Superlega: Perugia vuole Ishikawa, Trento gli soffia Flavio, Piacenza saluta i sudamericani e pensa a Bovolenta jr.

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

C’è ancora una regular season da portare a termine, ma le grandi del volley nostrano (leggi Superlega) già pensano alla prossima stagione. Col mercato che come d’abitudine è entrato nel vivo nei primi due mesi del nuovo anno, perché è questo il periodo nel quale i direttori sportivi trovano terreno fertile per andare a mettere ogni tessera del mosaico al proprio posto. E se il buongiorno si vede dal mattino, la stagione 2024-25 pare destinata a rimescolare le carte, con tanti cambi di maglia e la sensazione che i valori di forza potrebbero subire scossoni rilevanti. Ecco allora una carrellata di tutte le principali squadre coinvolte, con relativo valzer delle trattative.

Trento, solo un innesto: ecco Flavio da Perugia

A Trento, con lo scudetto cucito sul petto, il primo posto in campionato e i quarti di Champions già opzionati (ma zero titoli sin qui conquistati), i movimenti sembrano essere piuttosto essenziali. Tutti danno per certo l’arrivo del centrale brasiliano Flavio Gualberto da Perugia, operazione che ricalca quella vista un anno fa con l’avvento di Rychlicki sempre dalla Sir. L’arrivo del brasiliano però non dovrebbe colmare alcuna uscita: Podrascanin e Kozamernik paiono destinati a restare al loro posto. Semplicemente, Fabio Soli avrebbe una rotazione più lunga nel ruolo. Non si muoveranno gli altri big, gli italiani Michieletto, Lavia, Sbertoli e Laurenzano.

Perugia vuole Ishikawa e pensa all’agentino Loser

Le grandi manovre potrebbero invece interessare Perugia, che ha da tempo individuato diversi obiettivi di mercato. Il primo della lista, per motivi tanto tecnici quanto di puro marketing, mira nella direzione di Yuki Ishikawa, che Milano vorrebbe trattenere, ma sul quale c’è una lunga scia di pretendenti (squadre giapponesi incluse). Dipenderà dalle offerte: Gino Sirci ha affermato che “Ishikawa costa troppo”, ma forse l’ha detto solo per depistare.

Perso il polacco Sliwka, che ha accettato i (tanti) soldi del Sol Levante, e con Wilfredo Leon in scadenza e prossimo all’addio (conteso tra Turchia e Giappone), al momento non esiste un piano B alternativo a Ishikawa. Al posto del partente Flavio, la Sir guarda sempre verso Milano e nella fattispecie al centrale argentino Agustin Loser. Per il resto rimangono tutti, da Giannelli a Russo, da Semeniuk a Plotnystkyi, da Solè a Colaci, fino ai due opposti Ben Tara ed Herrera.

Rivoluzione Piacenza: salutano i brasiliani, torna Kovacevic

Piacenza negli anni passati ha abituato a diversi cambi di strategia. La scorsa estate è rimasta praticamente immobile, adesso è pronta a rimescolare le carte. Da Monza è in arrivo il centrale della nazionale Gianluca Galassi, così come lo schiacciatore Stephen Maar, che assieme a Uros Kovacevic (che torna in Italia dopo tre stagioni all’estero) andrà a rimpiazzare i partenti Lucarelli e Leal, destinati ai campionati asiatici.

Da capire quale sarà il futuro di Simon, mentre sembrano destinati a restare Romanò, Brizard, Scanferla, Recine, Caneschi e Gironi. Ma c’è anche un piano per provare a portare Alessandro Bovolenta a roster: l’enfant prodige del volley azzurro, attualmente in A2 con Ravenna, potrebbe andare ad affiancare Romanò in posto 2, alimentando un dualismo che potrebbe essere già proposto in estate da De Giorgi in nazionale.

Civitanova punta su Boninfante in regia

Altra squadra pronta a dar vita a una piccola rivoluzione è Civitanova, dove Medei prenderà il posto di Blengini (che andrà ad allenare a tempo pieno la nazionale bulgara) e che salvo sorprese saluterà Ivan Zaytsev, così come con ogni probabilità anche Luciano De Cecco. Al posto del palleggiatore è in arrivo Mattia Boninfante da Modena, che avrà Santi Orduna come “chioccia” per crescere senza troppe pressioni.

Per sostituire lo Zar, dopo un tentativo andato a vuoto per Clevenot (costa troppo), si pensa a Eric Loeppky di Monza, che nella giostra dei vari incastri rischierebbe seriamente di ritrovarsi “saccheggiata”. Se Nikolov, Balaso e Lagumidzjia sono certi di restare, Yant e Chinenyeze devono ancora capire bene cosa fare: il primo ha parecchio mercato in Russia, il secondo ha diversi estimatori, ma forse è quello più vicino alla conferma.

Modena, staffetta sudamericana tra Bruno e De Cecco?

Modena, dopo un’annata sin qui decisamente fallimentare, ha tanti interrogativi da risolvere. Con Bruno al passo d’addio, De Cecco potrebbe essere una buona soluzione per non farlo rimpiangere troppo in regia (a meno che non vada in Asia a monetizzare). Da Catania potrebbe tornare Paul Buchegger, tra i top scorer dell’annata di Superlega, ma ci sono ancora tanti nodi da sciogliere.

Milano, oltre a Ishikawa, rischia di perdere anche Mergarejo, e su Paolo Porro hanno messo gli occhi in tanti (lo voleva la Lube, ma poi ha mollato la presa). Monza, se così andranno le cose, si ritroverà quasi costretta a rifondare. Ma i giri di valzer non sono mica finiti…

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...