Virgilio Sport

Zeman attacca ancora la Juventus, il boemo accusa la Next Gen

Il tecnico del Pescara accusa i bianconeri dopo il 4-3 di domenica scorsa: presi due gol in fuorigioco, evidentemente la Juventus si deve salvare...

Pubblicato:

Scena già vista, storia già sentita: ma è proprio la sua ciclicità che la rende interessante, perché il tempo non scalfisce una dinamica ormai cristallizzata. Il Pescara di Zdenek Zeman perde contro la Juventus (Next Gen, ovviamente), il tecnico boemo si lamenta dell’arbitraggio evocando complotti in favore dei bianconeri, fa niente se di giovane età.

Zeman accusa la Juventus NG

È successo questa mattina, durante la conferenza stampa in vista di Pescara-Perugia di lunedì. Il tecnico del Pescara ha lanciato un’accusa delle sue alla Juve Next Gen, ricordando la partita di domenica scorsa al Moccagatta di Alessandria, persa dal Pescara per 4-3 dopo 90′ rocamboleschi. Il tecnico, che così come i tori quando vedono rosso, si infuria quando vede bianconero, non ha digerito alcune decisioni arbitrali che a suo dire avrebbero condizionato il risultato della partita di domenica scorsa. «l problema è che se prendiamo due gol in fuorigioco, cinque ammonizioni poi diventa difficile – ha detto Zeman – anche perché la Juventus si deve salvare».

Zeman, parole durissime

«Ad Alessandria io penso che tutto il primo tempo lo abbiamo fatto bene – ha proseguito il boemo – poi abbiamo preso gol nel finale. Anche il secondo tempo abbiamo fatto una discreta partita. Poi prendiamo due gol in fuorigioco e subiamo 5 ammonizioni, così diventa difficile giocare…. I gol in fuorigioco? So che la Juventus NG si deve salvare..» È la solita frase sibillina ma non troppo con cui Zeman getta la classica pietra nello stagno. Ma come sono andate veramente le cose al Moccagatta? Dopo un botta e risposta infinito, ad imporsi sono stati i bianconeri grazie alle reti di Damiani, Comenencia e Guerra (doppietta).

I gol della Juventus NG contro il Pescara

Il riferimento di Zeman è alla classifica deficitaria dei bianconeri di Brambilla, che si trovano attualmente a 22 punti in classifica, +4 sulla terzultima. I gol “incriminati” secondo il boemo sono due: innanzi tutto, il pareggio di Damiani, che ha segnato con un tiro da fuori. Vero che alcuni giocatori bianconeri sono in fuorigioco al centro dell’area al momento del tiro, ma va aggiunto che non partecipano all’azione né tantomeno ostruiscono la visuale del portiere, che infatti non protesta come nessun altro della squadra abruzzese.

Zeman-Juventus, rivali eterni

Nel mirino del boemo c’è anche il 2-1 bianconero firmato da Comenencia: assist di Hasa con un tocco di fino per il compagno che tutto solo batte ancora Plizzari. Il giocatore è però tenuto in gioco da un difensore del Pescara al centro dell’area: in serie C non c’è il Var, ma basta osservare le zolle del campo per rendersene conto. Stesso discorso per il 3-2: cross di Comenencia, che tecnicamente e fisicamente ricorda moltissimo Cuadrado, e rete di Guerra. Il giocatore bianconero si trova dietro la linea della palla al momento del cross, e per questo in posizione regolare. Non secondo Zeman, evidentemente.

Zeman, come sta il boemo dopo la grande paura

Zeman attacca ancora la Juventus, il boemo accusa la Next Gen

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...