Virgilio Sport

Addio Juve virtuale: con Pogba, Di Maria e Chiesa è la squadra di Allegri

Per la prima volta dall'inizio della stagione il tecnico bianconero può giocare come aveva in mente dopo il mercato

26-02-2023 10:52

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

“La Juventus era stata pensata in un altro modo. Con Rabiot-Paredes-Pogba a centrocampo più Locatelli a fare il primo che subentra. Di Maria e Chiesa sulle fasce, Vlahovic nel mezzo. La Juve di adesso è virtuale. Lo so che manca chi sappia inventare negli ultimi trenta metri, ma avevamo preso Pogba e Di Maria per questo, quella attuale è una Juventus virtuale”. Era il 17 settembre scorso quando Max Allegri, in una semi-intervista battezzata come “chiacchierata con amici” con il compianto Mario Sconcerti rivelava al Corriere della sera il suo rimpianto.

Juve, Allegri non ha mai potuto schierare la squadra che aveva in testa

Il punto forte del mercato estivo era stato il ritorno di Pogba, che però si è infortunato sin dalle amichevoli estive, nella tournée in Usa, privando di fatto Allegri del perno del centrocampo. Con Di Maria che a inizio stagione entrava ed usciva dall’infermeria e Chiesa che stentava a recuperare (senza parlare di tutti gli altri infortuni che hanno reso il J Medical affollatissimo durante la stagione) il tecnico bianconero ha dovuto rimodellare da subito e più volte la squadra che aveva in testa.

Juve, il giallo-Pogba ha condizionato la stagione

In quella stessa intervista Allegri ipotizzava la data dei due rientri più attesi, ovvero Chiesa e Pogba, e parlava di gennaio. Sperava che dopo la sosta mondiale entrambi i giocatori fossero già più che pronti per un’eventuale rimonta. Chiesa ha rispettato in parte la tabella, sia pur tra qualche stop ma Pogba è rimasto un giallo a lungo.

Lo stesso Allegri è sempre parso infastidito nel rispondere sui tempi di recupero del francese: “Non lo sappiamo ancora” è stato il mantra per mesi ma ora finalmente l’attesa sembra finita. Pogba si è allenato quasi sempre col gruppo e nel derby col Torino dovrebbe arrivare la tanto attesa convocazione.

Juve, come cambierà il gioco di Allegri con Pogba

Presto per vederlo titolare ma il peggio è alle spalle: con il Di Maria versione fenomeno ammirato in Europa League, Chiesa che sta tornando al top (anche se non si è allenato in gruppo ieri) e con Pogba cambierà la Juventus di Allegri. Rispetto all’idea di settembre probabilmente non ci sarà posto per Paredes, che ha sempre o quasi deluso, ma con Locatelli o Miretti assieme a Rabiot e Pogba si può ipotizzare un 4-3-3 o un 3-4-3 per il futuro. Che per Pogba e per la Juve inizia da domani sera.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...