Virgilio Sport

Argentina, perché il ct Scaloni vuole andar via: il retroscena, Messi e compagni sotto choc

Dopo aver vinto tutto con la ciliegina sulla torta del blitz al Maracaná, Scaloni potrebbe lasciare la guida dell'Argentina: le frizioni con l'Afa dietro il suo malcontento

23-11-2023 09:59

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Lionel Scaloni lascia l’Argentina? Le sue parole che hanno fatto seguito alla storica vittoria dell’Albiceleste al Maracaná contro il Brasile nelle qualificazioni al Mondiale 2026 sembrano non lasciare spazio a dubbi. Dalle frizioni con la Federazione alla voglia di misurare con il calcio europeo: ecco cosa potrebbe spingere il ct a lasciare l’incarico.

Scaloni pronto a dire addio all’Argentina? Giocatori sotto choc

Riavvolgiamo il nastro al post Brasile-Argentina. Dopo l’1-0 inflitto alla Seleçao, che per la prima volta nella sua storia ha perso in casa nelle qualificazioni, Scaloni ha confessato a sorpresa: “Devo riflettere su ciò che fare, perché l’asticella è molto alta ed è difficile continuare a vincere. Questi ragazzi hanno bisogno di un allenatore che abbia tutte le energie possibili”. Un fulmine a ciel sereno, che ha colto impreparati gli stessi giocatori. Da Mac Allister a Otamendi sono tutti con Scaloni: “Vogliamo che continui”. Insomma, lo spogliatoio non ha dubbi.

Argentina, dietro il possibile addio di Scaloni le frizioni con l’Afa

A spiegare le possibili ragioni dell’addio di Scaloni è il quotidiano Marca. Nonostante l’allenatore, ex calciatore di Lazio e Atalanta, abbia da poco rinnovato fino al 2026, sulla sua decisione peserebbero le differenze di vedute con il presidente dell’Afa Tapia. Proprio nel corso delle trattative per il prolungamento del contratto, durate ben quattro mesi, sarebbero sorti i primi contrasti, non sentendosi abbastanza apprezzato sebbene dal 2021 ad oggi abbia vinto tutto: Copa America, Finalissima con l’Italia e Mondiale in Qatar.

I premi per il Mondiale vinto in Qatar e la questione politica

Altre due ragioni che hanno scatenato il malcontento di Scaloni riguardano il mancato pagamento a staff e giocatori dei bonus concordati con la Federazione per il trionfo Mondiale e una questione politica legata all’elezione del nuovo presidente argentino. A quanto pare, Scaloni si sarebbe rifiutato di scattare, su richiesta di Tapia, una foto con il candidato ufficiale alla presidenza Sergio Massa, supportato dal numero uno dell’AFA per contrastare l’ascesa del poi eletto Javier Milei, che intende privatizzare il calcio argentino. “No, non mi faccio coinvolgere in questa faccenda” avrebbe detto il ct.

Argentina a fine ciclo, Scaloni ha voglia di una nuova sfida?

Dopo aver vinto tutto, con la ciliegina sulla torta del blitz al Maracaná, di più Scaloni non può fare. Inoltre tante stelle sono ormai a fine ciclo: Di Maria lascerà dopo la prossima Copa America e Messi ha ormai 36 anni. Inoltre il tecnico potrebbe aver voglia di misurarsi con il calcio europeo, anche per avvicinarsi alla famiglia, che risiede a Maiorca, dove ha giocato nel 2008/09. L’Afa punta a ricucire lo strappo, ci riuscirà?

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...