Virgilio Sport

Christian Eriksen, cessione o idoneità: nota ufficiale dell'Inter

Il club nerazzurro ha lasciato aperti tutti gli scenari sul futuro di Christian Eriksen dopo il drammatico episodio a Euro 2020.

Pubblicato:

L’Inter, a margine dell’ultimo bilancio approvato nella giornata di giovedì, ha aggiornato gli azionisti sulla situazione del centrocampista nerazzurro Christian Eriksen: il giocatore è al momento fermo dopo il drammatico episodio avvenuto a Euro 2020, quando durante la partita contro la Finlandia è stato colpito da un arresto cardiaco.

Christian Eriksen, l’Inter valuta una possibile cessione all’estero

Tifosi e addetti ai lavori si interrogano sul futuro del giocatore, anche alla luce delle regole italiane in termini d’idoneità sportiva, molto più stringenti rispetto ad altri Paesi: “Con riferimento ai diritti pluriennali alle prestazioni del calciatore Eriksen (il cui valore di bilancio al 30 giugno 2021 è pari a 18.3 mln) – spiega la nota del club -, si segnala che a seguito di grave infortunio avvenuto durante lo svolgimento degli Europei nel mese di giugno 2021, lo stesso è stato temporaneamente inibito dall’autorità medica italiana dall’attività sportiva per la stagione in corso”.

“Nonostante le condizioni attuali del calciatore non siano tali da permettere il conseguimento dell’idoneità sportiva in Italia, la stessa potrebbe invece essere conseguita in altri paesi dove pertanto il giocatore potrebbe riprendere l’attività agonistica”. I Paesi in questione sono principalmente l’Inghilterra, l’Olanda e la Danimarca, dove i parametri sono decisamente meno rigidi. Nel campionato olandese ad esempio gioca da tempo con il defribillatore sottocutaneo Danny Blind.

Christian Eriksen: l’Inter non esclude nulla sul futuro del giocatore

Tutto ruota intorno al defibrillatore impiantato in estate: se i medici stabiliranno che dovrà restare, l’addio del danese sarà certo perché non potrà tornare a giocare in Italia. Se invece stabiliranno che è temporaneo, un recupero è possibile, dopo una lunga fase di riabilitazione.

L’Inter al momento non esclude nulla: “Non essendo preclusa la possibilità dell’ottenimento dell’idoneità sportiva temporaneamente sospesa anche in Italia o per il Gruppo di procedere alla cessione del giocatore ad una squadra estera ove le attuali condizioni non escludono come detto la possibilità di ottenere l’idoneità, non vi sono ad oggi evidenze quantificabili che il valore di bilancio dei diritti pluriennali connessi a tale calciatore non sia realizzabile”.

La valutazione del giocatore in caso di addio dovrà essere rivista: “Si segnala tuttavia che, con riferimento a tale valutazione, sussistono incertezze dovute alla rilevanza dell’infortunio che potrebbero portare gli Amministratori a rivedere la valutazione del giocatore se dovessero emergere nuovi elementi o nuove evidenze ad oggi non disponibili, per cui non è escluso che in futuro si possano realizzare perdite o svalutazioni in percentuale rilevante rispetto al valore attualmente iscritto in bilancio”.

Christian Eriksen: indennizzo dell’Uefa all’Inter

L’Inter ha inoltre annunciato che ci sarà un indennizzo da parte della Uefa: “Si segnala infine che per la stagione 2021/2022 è previsto un indennizzo dalla UEFA, essendo l’infortunio occorso giocando con la nazionale in un evento dalla stessa organizzato”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...