Virgilio Sport

Decisi i rigoristi per Italia-Austria: manca un leader

Mancini ha provato cinque azzurri in allenamento, più due riserve: a sorpresa nella lista non figura uno specialista dal dischetto, Insigne.

Pubblicato:

Inizia la fase a eliminazione diretta e, con le sfide secche, Euro 2020 dice addio ai pareggi. Ogni partita dovrà concludersi necessariamente con un vincitore: in caso di parità al 90′, si giocherebbero due tempi supplementari da 15 minuti. Qualorà la parità dovesse persistere, sarà la volta dei calci di rigore. Il Ct azzurro Mancini conosce bene il regolamento, tanto che ieri ha dedicato una fetta consistente della seduta d’allenamento alle esercitazioni sui tiri di rigore. Con una decisione spiazzante e destinata a far discutere.

Italia-Austria, i rigoristi provati da Mancini

Nel corso dell’allenamento, infatti, il tecnico ha provato cinque rigoristi in particolare, più due alternative. A raccontare tutti i dettagli è il Corriere dello Sport oggi in edicola, con un dettagliato reportage: “Ieri Mancini ha provato i cinque rigoristi azzurri, che a questo punto dovrebbero essere: Jorginho, Immobile, Acerbi, Berardi e Bonucci. Spazio anche per Di Lorenzo e Spinazzola, almeno nelle esercitazioni”. Chi manca? Proprio lui, uno dei leader della nazionale, uno dei giocatori di maggior talento del clan azzurro, oltre che anima del gruppo con i suoi scherzi e le sue trovate. Stiamo parlando ovviamente di Lorenzo Insigne. 

Insigne non tira i rigori? Si scatena il dibattito

Se dovesse essere confermata, l’assenza del capitano del Napoli dalla lista dei rigoristi farebbe senz’altro discutere. E a dire il vero, molti ne parlano anche adesso. Insigne è una macchina quasi perfetta dal dischetto, in carriera ha sbagliato appena cinque rigori, di cui tre contro la Juventus. “Quando sente troppo la partita, non è affidabile”, sentenzia un tifoso su Twitter. Ma quasi nessuno è d’accordo: “In nazionale ha sempre tirato e segnato rigori importanti, come quello con la Germania“. Oppure: “Non capisco questa scelta, spero sia solo pretattica”. E ancora: “Forse Mancini è talmente sicuro che segni da non averlo neppure provato”. Mentre si scatenano le teorie più strane: “La questione rinnovo potrebbe condizionarlo, ecco perché Insigne non tirerà i rigori”. O ancora: “Non si vogliono dare vantaggi al portiere avversario che lo conosce benissimo”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...