Virgilio Sport

Diletta Leotta: "Una giornalista Sky mi disse: 'Sei qui solo per le tette'. Piansi e reagii". Il retroscena

Rivelazione choc della conduttrice tv: ha subito un commento tagliente quando lavorava a Sky Sport. Il mistero sull'autrice della frase e l'abito audace sfoggiato a San Siro.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Rischiano di sollevare un polverone – e stanno già facendo discutere, soprattutto sui social – le dichiarazioni di Diletta Leotta nel corso di un’intervista alla rivista Effe. La conduttrice televisiva, volto noto di Dazn, ha parlato di solidarietà femminile e ha raccontato un episodio a cui non aveva mai accennato prima. Riguarda il periodo in cui aveva vent’anni ed era una new entry nel mondo di Sky Sport. Una giornalista le ha detto delle cose che le hanno fatto molto male.

Diletta Leotta, rivelazione choc sul periodo a Sky

Diletta Leotta ha rivelato di aver subito un commento tagliente, risalente probabilmente alla stagione 2011-12, quando fece il suo ingresso nel mondo Sky: “Se i commenti sessisti mi fanno male? Sì, soprattutto perché la maggior parte di questi giudizi arriva dalle donne. Un classico è: ‘Non puoi andare allo stadio vestita così‘. Ma il peggiore rimane: ‘Sei qui solo per le tette’. Me lo disse una collega a Sky Sport. Ero appena arrivata, avevo vent’anni: mi ferì a morte. La sera a casa feci un pianto liberatorio. Poi ho tirato fuori il leone che è in me, ho studiato tanto, mi sono laureata, così che nessuno potesse mai più dirmi una frase del genere“.

La solidarietà femminile e l’invidia secondo Diletta

Non è chiaro chi, della redazione di Sky Sport, abbia pronunciato le parole raccontate da Diletta. Né la diretta interessata ha rivelato altro sulla circostanza. “Invidia? Non esattamente. È una strana competizione quella femminile, soprattutto quando siamo in posizioni di solito occupate da uomini, come nel calcio. Si sgomita tanto e regna la legge del mors tua vita mea. Sono sicura – ha aggiunto la Leotta – che se fossimo di più la rivalità si addolcirebbe. Solidarietà femminile? Se la trovi è preziosa. A me è successo con Elodie, che è come una sorella per me. Ci siamo trasferite a Milano nello stesso periodo, e sostenute molto a vicenda. Mi è stata vicina durante la gravidanza. E con Aria adesso è una zia dolcissima”.

Festa Inter, la Leotta incanta: e il 22 giugno sposa Karius

Adesso i veleni del passato sembrano alle spalle per Diletta Leotta, che ha raccontato dal prato di San Siro la festa Scudetto dell’Inter dopo l’1-1 con la Lazio sfoggiando un abito audace, con ampia scollatura: un modo, forse, per ribadire i concetti espressi nella sua intervista e per affermare una volta di più la sua sacrosanta libertà. La conduttrice, tra l’altro, sta vivendo un momento d’oro della sua vita. Otto mesi fa è diventata mamma di Aria, la figlia nata dalla relazione col portiere tedesco Loris Karius. E il prossimo 22 giugno convolerà a nozze proprio con Karius nella suggestiva cornice dell’isola di Vulcano, nelle Eolie.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...