Virgilio Sport

Dybala alla Roma: il ruolo di Mourinho decisivo. Le cifre dell'accordo e la clausola rescissoria

L'attaccante argentino è il primo acquisto top della Roma: convinto da Mourinho è già in Portogallo con i compagni per la preparazione atletica e le amichevoli

19-07-2022 10:12

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Che la disoccupazione, per Paulo Dybala, si sarebbe rivelata una parentesi alquanto ridotta era una delle poche certezze di questo calciomercato estivo viste e considerate le qualità dell’attaccante argentino per 7 anni alla Juventus. Ma quel che, francamente, ha tuttora dell’imprevedibile è la destinazione di questa nuova esperienza nel massimo campionato, ovvero la Roma.

Dopo l’arrivo di José Mourinho e la vittoria della Conference League, celebrata dall’allenatore portoghese con un tatuaggio che solo lui può vantare, la piazza attendeva di osannare un acquisto del calibro delle aspirazioni che i tifosi hanno imparato a riassaporare, solleticati da obiettivi sempre più ambiziosi. E Dybala è un top player.

Dybala-Roma, com’è nata l’operazione lampo

L’operazione è nata in tempi stretti, ma con una pianificazione e una logica che vanno riconosciuti a Tiago Pinto che, con l’avallo dei Friedkin, ha messo a segno un colpo a parametro zero che appaga il pubblico. E che conferisce qualità alla rosa giallorossa.

Con l’addio dell’Inter e del Napoli all’idea di ingaggiare Dybala, forse solo sentito a questo punto dall’Atletico Madrid, la domanda che segue è inevitabilmente legata ai termini dell’accordo che lega Paulo alla società capitolina. Entriamo nel merito, dopo l’annuncio nella giornata di lunedì e l’arrivo in Portogallo di Dybala.

L’accordo: ingaggio, durata e clausola rescissoria

Dopo una trattativa molto dettagliata, l’entourage del giocatore ha accettato un ingaggio ridotto rispetto alle pretese iniziali, con uno stipendio inferiore anche all’eventuale offerta che avrebbe presentato il Napoli, che avrebbe preteso di gestire i diritti d’immagine.

L’argentino andrà a percepire un ingaggio tra i 4,5 e i 5 milioni di euro netti a stagione per un totale di tre anni, contro i 4 chiesti da Antun, procuratore di Paulo. Oltre alla parte fissa nel contratto sono previsti anche bonus (alcuni molto facili) per arrivare a circa 6 milioni netti a stagione. Un totale che si avvicina a quanto chiesto dalla Joya per firmare.

Passiamo poi alla novità della clausola rescissoria: non ne abbiamo mai approfondito i termini, ma, per Dybala, la Roma avrebbe previsto di inserire questa voce per tutelarsi e garantirsi almeno un anno di prestazioni continuative da parte del giocatore che prenderà la maglia numero 21.

Dybala e Francesco Totti: le parole sul numero 10

La 10 di Francesco Totti, che ha sempre manifestato stima nei riguardi del giocatore e ne ha caldeggiato l’arruolamento alla causa, rimarrà libera perché come ha affermato Paulo al suo arrivo in terra lusitana “devo meritarmela”.

Un ulteriore attestato di ammirazione che, considerata l’apertura che sembra concreta per il per sempre capitano della Roma, sembra sostenere le voci che lo vorrebbero pronto al rientro in società con un ruolo diverso rispetto a quello ricoperto all’epoca di James Pallotta.

D’altronde non è questo il riguardo che si riserva a un campione del Mondo e a un uomo simbolo della squadra in cui si giocherà e che, gli indizi ci sono, sarebbe pronto a tornare?

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Torino - Lazio

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...