Virgilio Sport

Pagelle Empoli-Inter 0-1: Dimarco risolve problemi, Calhanoglu imballato, Lautaro non punge

Quinta vittoria consecutiva per l'Inter, che passa a Empoli con un gran tiro dell'esterno dal cuore nerazzurro: toscani rigenerati in pochi giorni da Andreazzoli.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

E sono cinque. L’Inter rispetta il pronostico, passa in casa dell’ultima in classifica e si mantiene a punteggio pieno, con un vantaggio sulla più immediata inseguitrice, il Milan strapazzato una settimana fa nel derby, di tre lunghezze. Quanta fatica, però, per avere ragione dell’Empoli, che dopo l’esonero di Zanetti e l’avvento di Andreazzoli si è ripresentato nella sua versione migliore: decisiva una staffilata di Dimarco nei primi minuti del secondo tempo (0-1).

Empoli-Inter, la chiave della partita

Parte bene la squadra di Inzaghi, ma dopo alcuni minuti di supremazia territoriale nerazzurra è l’Empoli, risistemato da Andreazzoli, a mettersi in mostra con un paio di veloci ripartenze. Il forcing dell’Inter si fa meno insistente e le rare circostanze in cui Berisha è chiamato in causa, come nel finale di primo tempo su incursione di Frattesi, trovano il portiere dei toscani pronto alla risposta.

RIVIVI LE EMOZIONI DI EMPOLI-INTER

Nella ripresa il copione cambia dopo la prodezza di Dimarco. L’Inter si libera della necessità di sbloccare il risultato e gioca con minore frenesia, mantenendo saldamente il pallino del gioco. I ritmi si abbassano e l’Empoli fa poco per dare maggiore vivacità ai suoi attacchi. I primi cambi di Inzaghi a meno di 20′ dal termine: dentro De Vrij, Barella e Arnautovic per incartare il pallone e tenerlo lontano dalla porta di Sommer. L’Inter in effetti non corre praticamente rischi e porta a casa un’altra vittoria.

Cosa ha funzionato tra i nerazzurri

A parte qualche piccolo rischio nel primo tempo, l’Inter ha confermato di essere squadra solida, in grado di dettare i ritmi della partita e di saperla gestire a piacimento, a seconda delle proprie necessità. Pur scontrandosi con una formazione, l’Empoli, che Andreazzoli in pochi giorni ha saputo rimettere in carreggiata, l’Inter ha governato il gioco con continuità: non sempre nello scorso campionato le era riuscito.

Cosa non ha funzionato nell’Inter

La squadra di Inzaghi per tutto il primo tempo non ha trovato le chiavi per scardinare il fortino dell’Empoli. La manovra, orchestrata da Calhanoglu, si è scontrata col muro difensivo di Andreazzoli. C’è voluta una magìa di Dimarco per sbloccare il risultato, che era rimasto inchiodato fino a inizio ripresa sullo 0-0, senza troppe recriminazioni di marca nerazzurra.

Le pagelle dell’Inter

  • Sommer 6,5 – A lungo inoperoso, si fa trovare pronto sulla punizione di Ranocchia.
  • Pavard 6 – Ordine ed esperienza nel settore destro della retroguardia nerazzurra.
  • Acerbi 6 – Rimedia ben presto un cartellino giallo che però non lo condiziona per nulla.
  • Bastoni 6 – Alterna incertezze a ottime cose, poi lascia il campo dopo l’ammonizione.
  • Darmian 7 – Tra i migliori dei suoi, sfiora il gol nel primo tempo e si fa vedere spesso in fase offensiva.
  • Frattesi 6,5 – Berisha lo mura in chiusura di primo tempo, nella ripresa lascia spazio a Barella per logiche di turnover.
  • Calhanoglu 5,5 – Non è al top e si vede: qualche tiraccio su punizione e pochi lampi.
  • Mkhitaryan 5,5 – Si nasconde nei meandri dell’insistita manovra nerazzurra, senza riuscire a trovare i tempi giusti per gli inserimenti.
  • Dimarco 8 – Cuore interista, tira fuori la sua squadra dal pantano con una prodezza che sblocca una partita complicata.
  • Thuram 6 – Trova il gol, ma è pescato in evidente fuorigioco: ci va vicino nella ripresa.
  • Lautaro 5,5 – Non punge e si vede stranamente poco sotto porta; sostituito da Arnautovic.
  • De Vrij 6 – Entra nel finale per blindare il successo.
  • Barella 6 – Peso e sostanza in mediana negli ultimi minuti.
  • Arnautovic 5,5 – Inzaghi gli chiede di tener palla e far salire la squadra, tocca pochissimi palloni e rimedia un brutto infortunio.
  • Carlos Augusto SV – Una manciata di minuti per lui.
  • Sanchez SV – Il suo debutto-bis con la maglia dell’Inter.
  • All. S. Inzaghi 6,5 – Non la versione migliore della sua Inter, ma arriva la quinta vittoria consecutiva in campionato: ed è già fuga.

Top e flop dell’Empoli

Top

  • Berisha – Provvidenziale in diverse circostanze per i suoi, superato soltanto da una prodezza di Dimarco in avvio di secondo tempo.

Flop

  • Baldanzi – L’anno scorso aveva firmato la storica vittoria empolese a San Siro, stavolta si è visto davvero molto poco.

Il tabellino di Empoli-Inter

Empoli-Inter 0-1

Empoli (4-3-1-2): Berisha; Ebuehi, Ismajli (5′ st Walukiewicz), Luperto, Pezzella; Marin (24′ st Fazzini), Ranocchia (24′ st Grassi), Maleh; Baldanzi; Shpendi (34′ st Cancellieri), Cambiaghi (34′ st Destro). All. Andreazzoli

Inter (3-5-2): Sommer; Pavard, Acerbi, Bastoni (26′ st De Vrij); Darmian, Frattesi (26′ st Barella), Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco (37′ st Carlos Augusto); Thuram (37′ st Sanchez), Lautaro (26′ st Arnautovic). All. S. Inzaghi

Arbitro: Marcenaro di Genova
Rete: 6′ st Dimarco
Note: ammoniti Acerbi, Pezzella, Maleh, Bastoni

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...