Virgilio Sport

Esplodono i casi Lecco e Reggina: Serie B e C paralizzate, che cosa può accadere

I campionati sono ancora in sospeso, blucelesti (senza stadio) e amaranto (guai finanziari e societari) a rischio ammissione.

22-06-2023 14:57

Ore d’ansia per Lecco e Reggina e i loro tifosi: entrambi i club rischiano di non essere ammessi al prossimo campionato di Serie B. I blucelesti sono nei guai per non aver indicato lo stadio nella documentazione necessaria per l’iscrizione, mentre gli amaranto sono nel pieno di una crisi finanziaria e societaria che ha portato alle dimissioni di tutto il CdA.

Lecco: a rischio non solo la B ma anche la C

E’ particolarmente delicata la situazione del Lecco, che non avendo presentato una richiesta di iscrizione alla Serie C in caso di bocciatura della Covisoc (e dei successivi appelli) si ritroverebbe a ripartire addirittura dai dilettanti. La querelle rischia di protrarsi a lungo gettando nell’incertezza anche il campionato di Serie C.

Alla base di tutto la richiesta tardiva al prefetto di Padova per il via libera all’utilizzo dello stadio Euganeo, scelto dai blucelesti come sostituto fino al termine dei lavori di adeguamento del “Ceppi-Rigamonti”. Il Lecco ha presentato la documentazione completa in ritardo e si appellerà al “merito sportivo” per avere il via libera all’iscrizione per il prossimo campionato.

Serie B: caos Reggina, dimissioni Cda

Il club amaranto, che nel corso della scorsa stagione è stato penalizzato di 5 punti per inadempimenti fiscali, nella serata del 20 giugno ha caricato sul portale della Figc la documentazione necessaria per l’iscrizione al prossimo campionato cadetto. I documenti sono stati inviati alla Lega, e così anche quelli inerenti al piano di ristrutturazione concordato con il Tribunale. La Covisoc dovrà verificare e confermare se siano regolari o meno.

A complicare le cose, la crisi societaria che ha portato alle dimissioni in questi giorni del presidente Cardona e dall’amministratore delegato Castaldi, in vista di un possibile passaggio di proprietà del club calabrese ad alcune cordate non ancora identificatesi.

Serie B: Reggina, la preoccupazione di Balata

Il presidente della Serie B Mauro Balata ha espresso la sua preoccupazione per la situazione societaria del club amaranto: “La Lega Serie B nella persona del presidente Mauro Balata esprime la propria preoccupazione per le notizie diffuse dalla Reggina 1914 sulle dimissioni del Cda”.

“La Lega B ribadisce come fin da subito abbia evidenziato presso gli organi competenti la difficile armonizzazione di alcune disposizioni sulla crisi di impresa rispetto alla specificità dell’ordinamento sportivo, il cui fine ultimo è quello sempre di garantire il rispetto dell’equa competizione salvaguardando tutte quelle realtà che onorano gli impegni previsti dalle norme federali”.

“Il presidente Balata, come peraltro ha sempre fatto dal suo arrivo, intende proseguire nell’impegno per assicurare il principio del merito sportivo stigmatizzando comportamenti che arrechino grave danno al movimento della Serie B e alle società associate che hanno rispettato le regole e norme federali”.

Lecco e Reggina escluse dalla B: chi ne approfitta

In caso di esclusioni di Reggina e Lecco, favorite nel ripescaggio sono Brescia e Perugia, entrambe retrocesse nella scorsa stagione. In caso di estromissione definitiva di amaranto e blucelesti saranno queste due squadre ad essere ripescate, se ne fosse esclusa solo una la priorità andrebbe al Brescia di Cellino, battuto ai playout dal Cosenza.

Esplodono i casi Lecco e Reggina: Serie B e C paralizzate, che cosa può accadere Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...