Virgilio Sport

F1, Ferrari in pressing su Newey ma irrompe forte Aston Martin. Hamilton carta vincente di Vasseur

La Ferrari continua a corteggiare Adrian Newey ma deve fare fronte alla concorrenza di Aston Martin dopo un incontro tra l'ingegnere e il patron Lawrence Stroll ma Vasseur per convincere il genio dell'aerodinamica ha la carta Hamilton

Ultimo aggiornamento:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Non solo il mercato piloti, in F1 è sempre aperto il mercato degli ingegneri. Specie se il caso Horner che ha indebolito la Red Bull rende meno forte il vincolo di Adrian Newey con il team campione del mondo. Si sa che la Ferrari è fortemente interessata al genio dell’aerodinamica. Ma nelle ultime ore sembra che Maranello possa trovare la concorrenza dell’Aston Martin che avrebbe messo sul piatto un’offerta faraonica al tecnico inglese. Il cavallino rampante però continua il lavoro ai fianchi e in tutto ciò potrebbe giocare un ruolo fondamentale Lewis Hamilton che salirà sulle rosse dal prossimo anno.

Newey in Ferrari: la corte serrata di Maranello

Adrien Newey da anni “disegna” le fortune della Red Bull come fatto in passato con la Williams. Non è un mistero che la Ferrari in passato lo abbia più volte corteggiato. Forse questa potrebbe essere la volta buona. Una Red Bull più fragile al suo interno dopo tutto quello che è successo e sta ancora succedendo sul caso Horner avrebbe esasperato l’ingegnere inglese che potrebbe ben accettare ciò che finora non aveva preso in considerazione, una nuova esperienza di lavoro e di vita.

Newey alla Ferrari, irrompe Stroll: maxi offerta di Aston Martin

Ferrari ma non solo. L’ultima offerta giunta all’attuale direttore tecnico della Red Bull proviene dall’Aston Martin. La proposta è stata formulata durante il weekend di Jeddah. Un incontro apparentemente casuale tra Newey e il proprietario Lawrence Stroll che alloggiavano nello stesso Hotel. Oltre alle potenzialità economiche dell’offerta un aspetto su cui Aston Martin punta forte riguarda il fatto che dal 2026 diventerà il team ufficiale della Honda, un partner che Newey conosce molto bene e che non ha mai fatto mistero di apprezzare.

Inoltre c’è un altro aspetto di cui tenere conto. Newey seppur professionista non è un ragazzino, ha 65 anni e ha spesso rimarcato di non essere molto incline ad altri spostamenti lontani dalla sua casa e dalla sua famiglia oltre quelli che già effettua durante la stagione. In questo sicuramente Aston Martin ha un vantaggio avendo la sede a Silverstone a pochi km dalla sede della Red Bull a Milton Keys. Cosa che invece non sarebbe con Ferrari che ha il suo cuore pulsante per forza di cose a Maranello.

Ferrari: è Hamilton la carta per convincere Newey

L’offerta di Aston Martin per ora non spaventa la Ferrari. Vasseur continua a tessere la sua tela di rapporti, contatti e incontri. Addirittura ce ne potrebbe essere uno proprio con Newey dopo il Gran Premio del Giappone. L’ingegnere inglese non ha mai nascosto i suoi “abboccamenti” passati con la Ferrari e la volontà di lavorare con i grandi piloti e per le grandi scuderie.

Proprio in quest’ottica potrebbe giocare un ruolo fondamentale l’approdo a Maranello di Lewis Hamilton. Tra i due “campioni assoluti” nei rispettivi ruoli c’è un grande rapporto di rispetto e stima. La Ferrari potrebbe ripetere con l’arrivo di Vasseur lo scorso anno, di Hamilton il prossimo, la rivoluzione vincente degli anni ’90 quando nel giro di poche stagioni arrivarono Jean Todt che poi nel ’96 prese strappò alla Benetton, Michael Schumacher, Ross Brawn e Rory Byrne costruendo le basi di un dream team che dominò per un lustro la F1.

Leclerc si lancia nel commercio del food: pronta nuova attività

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...