Virgilio Sport

F1, caos in Ferrari: Sainz amareggiato, Binotto invece non fa drammi

Tanta amarezza nel box Ferrari dopo il GP olandese. Leclerc si arrende, Sainz penalizzato ancora dal box e non solo, mentre Binotto ammette che oggi la macchina era lenta

Pubblicato:

“Verstappen era troppo veloce”. “Il passo gara non c’era”. Le dichiarazioni di Charles Leclerc e Carlos Sainz fotografano la ‘resa’ Ferrari nel gran premio d’Olanda (e forse nella corsa al Mondiale). A Zandvoort il pilota della Red Bull ha centrato la 10ª vittoria stagionale, la 30ª della sua carriera e seriamente ipotecato il secondo titolo mondiale consecutivo portandosi a 109 punti di vantaggio su Leclerc. Un’ulteriore ‘macchia’ sul GP delle rosse è stato il pasticcio durante il pit stop di Sainz quando è ‘mancata’ la ruota anteriore sinistra: “La chiamata è arrivata mentre Carlos era nell’ultima curva, non c’era – ha spiegato il team principal, Mattia Binotto – tempo per essere pronti”.

Leclerc e la ‘resa’: “Verstappen era troppo veloce”

Charles Leclerc, in conferenza stampa, ha ammesso la superiorità degli avversari. “Onestamente era difficile fare meglio. Siamo stati sfortunati con la Virtual Safety Car ma – ha rimarcato – non so se avrebbe cambiato le cose. Verstappen era troppo veloce. Le Mercedes volavano. Noi invece abbiamo faticato a trovare feeling e dobbiamo accettare questo terzo posto”. Leclerc ha poi analizzato l’enorme distacco nella classifica piloti: 109 punti da Verstappen. “È molto ampio. Dobbiamo pensare una gara alla volta, cercando di sfruttare il potenziale e vedere cosa sarà possibile fare”.

Sainz e il pasticcio ai box che ricorda quello del 1999

Carlos Sainz si è invece ritrovato, a causa del pasticcio ai box (che ha ricordato lo stesso che costò il Mondiale a Eddie Irvine nel 1999) a ua gara in salita. “Abbiamo perso tanto tempo e poi anche a causa di un unsafe release che non c’era. Ho dovuto frenare per evitare un meccanico della McLaren davanti a me”. Sainz ha anche ammesso, durante la conferenza stampa, che “in termini di passo gara mi aspettavo meglio. Non stiamo andando fortissimo con la gomma soft, dobbiamo vedere perché – ha concluso lo spagnolo – Mercedes e Red Bull hanno più passo rispetto a me”.

L’ottimismo di Binotto

I 109 punti che dividono Charles Leclerc da Max Verstappen sembrano non ‘spaventare’ più di tanto il team principal della Ferrari, Mattia Binotto. “Sono aumentati con meno gare rimaste, ma la situazione – ha detto – è pressoché invariata. Per noi è importante correggere il finale di stagione con risultati buoni e ritrovare la forma che avevamo prima dell’Ungheria”. Sulla gara Binotto ha ammesso: “Oggi non siamo soddisfatti. Ci è mancato ritmo e non eravamo veloci abbastanza. Dovremo concentrarci soprattutto su questo”. Poi ha commentato il pasticcio ai box che ha penalizzato la gara di Carlos Sainz: “La chiamata è arrivata mentre Carlos era nell’ultima curva, non c’era fisicamente tempo per essere pronti. Volevamo reagire a Hamilton, ma abbiamo chiamato Sainz troppo tardi. Per lui è stata una gara di frustrazione”. Adesso la Formula 1, domenica, arriva a Monza. “Siamo contentissimi di tornare in una Monza piena, in cui sono stati venduti tutti i biglietti ed aggiunte delle tribune. Ce la metteremo tutta davanti ai nostri tifosi” ha assicurato Binotto.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...