Virgilio Sport

F1, Hamilton in Ferrari: per Damon Hill c'è dell'altro dietro la scelta di Lewis di lasciare la Mercedes

L'addio di Hamilton alla Mercedes e l'approdo in Ferrari hanno sconvolto i tifosi inglesi: Damon Hill, campione del mondo 1996, si è fatto un'idea precisa.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Il clamoroso passaggio di Lewis Hamilton in Ferrari a partire dal 2025 ha riempito pagine di giornali in Italia, provocando grande entusiasmo tra i tifosi della Rossa, in Spagna dove hanno digerito male l’accontonamento di Carlos Sainz a vantaggio di Charles Leclerc come partner di Lewis, e nella stessa Inghilterra dove provano ancora a farsi una ragione dell’addio del sette volte campione iridato alla Mercedes. Una questione che sta molto a cuore anche a un ex stella della Formula 1.

Hamilton in Ferrari, la sentenza di Damon Hill

Di Hamilton in Ferrari, ad esempio, ha parlato Damon Hill ai microfoni di Sky Sports. Campione del mondo nel 1996 alla guida della Williams, il figlio del grande Graham Hill lo scorso 17 settembre ha compiuto 63 anni. Continua però a tenersi aggiornato su tutto ciò che riguarda la Formula 1. E sul trasferimento di Hamilton in Ferrari si è fatto un’idea ben precisa:

Lewis ha preso il controllo della sua carriera e della sua direzione.

Per Hill c’è dell’altro dietro la scelta di Lewis

Per Damon Hill alla base della decisione di Hamilton non ci sono motivazioni economiche o ancor meno romantiche, bensì essenzialmente tecniche: “Guardate, non è che la Mercedes abbia detto a Hamilton: ‘Abbiamo ingaggiato qualcun altro, trovati una squadra’, come è successo a me con la Williams. Sappiamo bene quali siano i benefici del marchio Ferrari e tutte le altre cose che ne derivano: il sogno da bambino, la storia e tutto il resto. Ma credo che ci sia dell’altro”.

Mercedes o Ferrari? Damon Hill non ha dubbi

C’è un’altra ragione, secondo l’iridato nel 1996, dietro l’addio alla Mercedes e l’approdo in Ferrari di Hamilton: “Mi è sembrato che ci fossero prove recenti e piuttosto evidenti del fatto che la Ferrari stesse iniziando a consolidarsi come pacchetto competitivo. Nella lotta per il secondo posto costruttori nell’ultimo Mondiale la Ferrari stava iniziando a mettere insieme i componenti e a ottenere risultati. Credo che se oggi fossi nei panni di Hamilton e potessi scegliere tra la Mercedes che ti dà lo stesso equipaggiamento e la Ferrari, preferirei avviare una nuova esperienza e provare qualcosa di diverso“.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...