,,
Virgilio Sport SPORT

Flop Under 21, arriva l'annuncio di Gigi Di Biagio

Il ct lascia la panchina azzurra.

Gigi Di Biagio non è più il commissario tecnico dell’Italia Under 21. E’ stato lo stesso allenatore ad annunciarlo nella conferenza stampa che ha chiuso l’avventura degli Azzurrini ai fallimentari Europei di categoria, ospitati in casa. Non sono bastate le vittorie contro Spagna e Belgio: la sconfitta contro la Polonia è stata fatale per la Nazionale, che poi è stata condannata dal pareggio “annunciato” di lunedì sera tra Francia e Romania.

“Non sarò più l’allenatore dell’Under 21 – le parole di Di Biagio, che lascia la panchina dopo cinque anni -. Ringrazio tutti, dai dirigenti a Maurizio Viscidi. Bisogna scindere i risultati di questi anni da quello che è successo in questo Europeo. Direi che è stato fatto un ottimo lavoro. Abbiamo fatto crescere tanti ragazzi, tanti giocatori sono andati in Nazionale A. Poi ci sono le note dolenti, perché il risultato non è positivo. Ma non è un fallimento per me“.

Brucia l’esclusione dalle Olimpiadi per la terza volta consecutiva: “La colpa è solo nostra, senza cercare alibi. Il responsabile principale sono io e i ragazzi con me. Però chi dice che non abbiamo gioco e non corriamo è in malafede“.

“Se rifarei la scelta di convocare i giocatori della Nazionale A? Sì, assolutamente. Anche Zaniolo e Kean mi hanno dato qualcosa, forse meno degli altri 4 ma non mi sento di rimproverarli. Qualcuno dimentica che abbiamo dovuto fare dei prestiti all’Under 20 per il Mondiale. Noi abbiamo 40-50 giocatori che girano tra U19, U20 e U21. Con le Under siamo andati ben oltre le aspettative”.

Sul suo futuro: “Sono sul mercato. Club di Serie A e Serie B mi hanno cercato ma per rispetto della Federazione ho sempre detto di no. Grazie alla crescita di questi anni mi sento pronto per nuove sfide. Avrei lasciato comunque. Non mi sentivo più stimolato al 99,9%: avrei lasciato forse uno spiraglio per fare i Giochi”.

Il caso Zaniolo-Kean: “Credo che un allenatore debba lasciare qualcosa dentro e fuori dal campo. Non mi sono divertito a fare quello che ho fatto, mi sono preso un rischio. Però la cosa è finita subito perché hanno chiesto scusa subito a tutto il gruppo. Quando ho preso questa scelta ho informato subito Mancini e Gravina. Bisogna stare dietro tutti i ragazzi”.

SPORTAL.IT | 25-06-2019 11:34

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...