Virgilio Sport

Genoa-Frosinone, moviola: Sacchi perde la bussola, che pasticcio allo scadere

La prova dell’arbitro marchigiano analizzata ai raggi X, il fischietto di Macerata ha ammonito tre giocatori ed ha concesso un rigore...e mezzo

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

E’ considerato una bestia nera per il Genoa l’arbitro Sacchi, scelto da Rocchi per la gara con il Frosinone ma l’unico successo riportato dal Grifone con il fischietto marchigiano – che risale al 2018 – arrivò proprio contro i ciociari, in trasferta, per 2-1. Sacchi ha arbitrato in questa stagione il Genoa due volte: nella sconfitta in Coppa Italia con la Lazio e nel pareggio 1-1 di Napoli ma come se l’è cavata ieri a Marassi?

Clicca qui per vedere gli highlights di Genoa-Frosinone

I precedenti di Sacchi con Genoa e Frosinone

I precedenti di Sacchi con il Genoa non erano per niente positivi, sette le gare rossoblu con il direttore di gara con una vittoria, un pareggio e ben 5 sconfitte. Erano 15 invece i precedenti con il fischietto marchigiano per i giallazzurri, con un bilancio di 5 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. Ultimo, lo scorso 11 gennaio, nella sconfitta di Coppa Italia con la Juventus per 4-0.

L’arbitro ha ammonito tre giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Palermo e Laudato, con Perenzoni IV uomo Mariani al Var e Serra all’Avar l’arbitro ha ammonito 3 giocatori: ammoniti: 42’ pt Retegui (G), 44’ pt Badelj (G), 15’ st Zortea (F); recuperi: 1’ pt; 6’+2’ st.

Genoa-Frosinone, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 28’ intervento in ritardo di Okoli su Gudmundsson, abile a proteggere pallone e posizione all’interno dell’area di rigore. Per l’arbitro è rigore. Decisione corretta del direttore di gara. Al 56’ Cheddira entra in area ma viene fermato da un intervento decisivo di Vogliacco. Proteste da parte del Frosinone che chiede un rigore. C’è un check del Var per confermare che l’intervento del difensore di Gilardino sia sul pallone. Tutto regolare.

L’episodio clou di Genoa-Frosinone al 95’ quando Sacchi fischia un calcio di rigore in favore del Frosinone per mani di Thorsby. Sin dal primo replay, però, si evince che il centrocampista danese in realtà tocca il pallone con la testa. Sacchi viene richiamato al monitor e cambia la sua decisione: niente rigore per il Frosinone.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...