Virgilio Sport

Guerra Ucraina, Medvedev e i tennisti russi nei guai: Wimbedon a rischio

Il prestigioso torneo dello Slam su erba, in programma dal 27 giugno al 10 luglio prossimi, potrebbe non vedere al via l’attuale numero 2 del mondo e i suoi connazionali.

Pubblicato:

Ora dopo ora si fa sempre più delicata la posizione dei tennisti russi e bielorussi all’interno del mondo della racchetta.

Dopo lo scoppio del conflitto in Ucraina, questi sono stati costretti a competere senza bandiera nelle manifestazioni individuali, un provvedimento questo, nonostante il quale, russi e bielorussi potrebbero comunque non esser al via del prossimo torneo di Wimbledon.

Wimbledon, la posizione dell’All England Club

L’All England Club infatti, col sostegno delle autorità britanniche, ha deciso di usare il pugno duro con gli atleti dei paesi attualmente in guerra.

Come rivelato dall’Express, da qualche settimana il Ministro dello sport Nigel Huddleston e i dirigenti del torneo inglese si sono mossi per ostracizzare gli esponenti di Russia e Bielorussia e non farli accedere ai campi di Church Road la prossima estate.

Wimbledon, la conditio sine qua non per partecipare

L’unico modo che avranno i tennisti russi e bielorussi per prendere parte ai Championships (vinti l’anno scorso da Novak Djokovic tra gli uomini e da Ashleigh Barty tra le donne) sarà quello di rispettare l’unica ma imprescindibile condizione imposta dagli organizzatori britannici, ovvero prendere le distanze da Putin e dall’invasione russa.

Per far ciò i tennisti dovranno rilasciare un’apposita dichiarazione che attesti la loro neutralità e la loro opposizione alla guerra in Ucraina.

Wimbledon, le parole del ministro dello sport inglese

Nei dettagli di questa scelta è sceso il ministro dello sport britannico Nigel Huddleston.

“Se gli atleti russi e bielorussi desiderano partecipare a un evento sportivo nel Regno Unito, dovranno dimostrare la loro indipendenza e neutralità. Servirà una dichiarazione scritta per dimostrare che non ricevano soldi dal Presidente Vladimir Putin, dalla Russia o dalla Bielorussia” ha dichiarato il numero uno dello sport inglese.

“Dovranno anche affermare che non faranno commenti in favore di Putin e dei rispettivi Paesi. Vogliamo essere sicuri che siano neutrali e che non siano collegati in alcun modo. Pertanto, pena l’esclusione, desideriamo che rilascino una dichiarazione scritta in cui ammettano di non sostenere il presidente russo”.

Vedremo dunque se Daniil Medvedev e i vari Andrey Rublev e Karen Khachanov si adegueranno a tale imposizione o decideranno di disertare il più antico torneo del mondo.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...