Virgilio Sport

Il Como ora sogna: miliardi e idee per stupire anche in A: che succederà sul mercato

Ventuno anni dopo il Como torna in A e punta all'Europa grazie ai fratelli indonesiani Robert e Michael Hartono: nessuno in Italia più ricco di loro

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

No, non è una promozione come tutte le altre. Non lo è, se in panchina hai Cesc Fabregas. Non lo è, se sugli spalti hai a festeggiare Thierry Herny e Jamie Vardy. Non lo è, se la tua proprietà è più ricca perfino di quelle dei club di Serie A. Ventuno anni dopo il Como torna tra le big d’Italia. E lo fa con le idee ben chiare: approdare in Europa e contare su uno stadio avveniristico.

Como in A: chi sono i fratelli Hartono e perché sognare è lecito

L’ultima volta, con Enrico Preziosi al timone del club, non andò affatto bene. Il Como fu soltanto di passaggio in Serie A, prima della precipitosa caduta agli inferi della Serie D causata da guai finanziari. La svolta è arrivata nel 2019 grazie ai fratelli indonesiani Robert e Michael Hartono, che hanno rispettato la parola: in cinque anni hanno (ri)portato il club lombardo in paradiso con l’intenzione di puntare sempre più in alto. Su quel ramo del lago di Como l’entusiasmo è alle stelle perché nessuno in Italia vanta una proprietà più ricca. Pensate: secondo Forbes Robert e Michael Hartono detengono un patrimonio di 26,5 e 25,5 miliardi di dollari ed entrambi figurano nella top ten dei proprietari di società sportive più ricchi del globo.

Como, in Serie A per restarci: che succederà sul mercato

Le immagini di Titì Henry, azionista del club, negli spogliatoi hanno fatto il giro del mondo, a testimonianza di quanto il progetto Como sia concreto, reale, ambizioso. Certo, è ancora presto per sbilanciarsi sul mercato, ma sicuramente la rosa verrà rinforzata con calciatori d’esperienza. In tanti si chiedono: perché Vardy era al Sinigaglia? Chissà che l’attaccante del Leicester non accetti la sfida Como, proprio come fatto da Fabregas, che aveva vinto tutto con Barcellona e Spagna. Circola già qualche nome: da Miretti a Jovic, da Lapadula a Nzola. Gli Hartono hanno dimostrato di saper fare calcio senza investimenti folli. Si procederà su questa strada con un solo scopo: l’Europa.

Per il Como progetto alla Disney: il Sinigaglia cambierà volto

Applicare il modello Disney al Como: è questo l’obiettivo del club come spiegato dal responsabile dell’area marketing Suwarso a La Gazzetta dello Sport. “Siamo partiti con 850mila euro e pensiamo di arrivare a un valore da un miliardo tra sport, media, strutture, merchandising e turismo”. Tutto connesso. Con il Sinigaglia che ricopre un ruolo centrale per la crescita dei lariani. La necessità è adeguarlo per ottenere l’omologazione per la Serie A, poi si penserà a trasformarlo in un impianto da vivere a 360 gradi, tutti i giorni. E dotato di ogni comfort, aree commerciali e sanitarie. Intanto in città è esplosa la festa. Notte di festeggiamenti per l’impresa dei lariani: dallo stadio al lungolago fino in piazza Cavour e piazza Volt si è celebrato il fantastico traguardo raggiunto dai biancoblu.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...