Virgilio Sport

Inchiesta Juventus, la mossa dei legali di Cherubini e Paratici riapre i giochi

Prosegue la battaglia legale della Juventus, i legali di Cherubini e Paratici chiedono un altro documento della Covisoc che potrebbe riaprire i giochi davanti alla FIGC

13-03-2023 10:35

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Carte segrete, richieste e tentativi di ostruzione: il ricorso della Juventus davanti al Collegio di Garanzia del Coni ha bisogno di munizioni per riuscire a smantellare la richiesta di revoca della penalizzazione di 15 punti comminata al club bianconero in merito al caso plusvalenze. Ora la questione si gioca sui cavilli che la Vecchia Signora spera di portare a proprio vantaggio.

Juventus, la carta Covisoc e le implicazioni nel ricorso

I legali di Fabio Paratici (ex ds della Juventus) e di Cherubini (ancora all’interno dell’organigramma bianconero) hanno portato alla consegna di un documento denominato Carta Covisoc, datato 14 aprile 2021 e che consiste in sei pagine a firma del procuratore federale Chinè contenente dei chiarimenti rivolti al presidente della Covisoc, Paolo Boccardelli, su come la giurisprudenza ha trattato il tema delle plusvalenze, pur senza mai chiamare direttamente in casa la Juventus. E’ questa la carta richiesta dalle difese nel corso del ricorso al Tar.

La Juventus punta sul vizio procedurale: indagini oltre i tempi

Il tentativo dei legali della Juventus e dei dirigenti inibiti è quello di dimostrare attraverso questo documento la prova di un possibile vizio di forma dal punto di vista procedurale, se l’inchiesta sul club bianconero prende il via da questa lettera allora l’intero procedimento andrebbe retrodatato all’aprile del 2021 con le successive indagini che poi hanno portato alla penalizzazione che andrebbero oltre i termini temporali consentiti alla Federazione.

Nel documento però non sembra esserci nessuna prova definitiva che possa chiarire che l’indagine nei confronti della Juventus sia cominciata nell’aprile del 2021.

Carta Covisoc 2: la nuova speranza della Juventus

Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, nella prima carta Covisoc c’è solo una risposta ad una richiesta di chiarimenti da parte dell’organo che controlla i bilanci e nessuna notizia di apertura di un’indagine.

Per questo motivo le difese di Cherubini e Paratici sarebbero intenzionate a chiedere anche un secondo documento (Carta Covisoc 2) relativa alla domanda posta alla procura da parte di Paolo Boccardelli con l’obiettivo di provare a dimostrare che le indagini sarebbero cominciate già in quel momento e dunque l’inchiesta successiva (che ha portato alla penalizzazione) sia arrivata fuori tempo massimo.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...