Virgilio Sport

Inter-Lecce, la moviola: Focus sui rigori reclamati dai nerazzurri

La prova di Manganiello a San Siro analizzata ai raggi X da Luca Marelli e Graziano Cesari

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Sul risultato finale non ha influito molto, visto che l’Inter si è sbarazzata del Lecce per 2-0 ieri pomeriggio a San Siro, ma per Gianluca Manganiello di Pinerolo non è stata una giornata tranquilla e la sua prestazione è stata decisamente negativa.

Inter-Lecce, i precedenti di Manganiello con le due squadre

Quella di ieri è stata la quinta partita per Gianluca Manganiello come arbitro dei nerazzurri. La sua prima in Serie A è coincisa anche con la prima con l’Inter, quasi otto anni fa. Il 18 maggio 2014 era l’ultima giornata, 2-1 per il Chievo . Il bilancio ora è di 4 vittorie, con due sconfitte e un pareggio ma quasi mai ha arbitrato bene. Vedi l’ultima volta, con l’Empoli il 6 maggio 2022 dove toglie un rigore al VAR e ne nega uno poco dopo, o il 27 agosto 2021 alla seconda giornata col Verona (vittoria 1-3) dove ignora un fallo in area di Martin Hongla su Lautaro Martinez.

Il bilancio dei precedenti del Lecce nelle 3 partite precedentemente dirette dall’arbitro Manganiello era di un pareggio e 2 sconfitte. L’ultimo incrocio risaliva alla stagione 2021/2022 di Serie B in occasione di un Alessandria-Lecce 1-1; l’unica sfida in A era stata invece quella assai contestata del campionato 2019/2020 quando all’Olimpico di Roma diresse un Lazio-Lecce terminato 4-2 in cui Manganiello si rese protagonista di diverse scelte contro i giallorossi tra cui il famoso rigore sbagliato da Babacar con palla ribadita in rete da Lapadula ma annullata per presunto ingresso in area anticipato dell’allora attaccante leccese rilevato dal VAR ed un penalty assegnato ai biancazzurri per fallo di mano di Calderoni mentre era in caduta.

Inter-Lecce, nessun ammonito da Manganiello

Assistito da Marco Scatragli della sezione di Arezzo e Dario Garzelli della sezione di Livorno, con Meraviglia di Pistoia IV uomo e Nasca di Bari al Var con AVAR Manuel Volpi di Arezzo, Manganiello in Inter-Lecce ha fatto giocare molto e non ha estratto alcun cartellino per tutti i 90′, concedendo 3′ di recupero sia nel primo che nel secondo tempo.

Inter-Lecce, i casi discussi

La squadra di Inzaghi ha protestato tre volte durante la gara, chiedendo tre rigori. A fare chiarezza è Luca Marelli. L’esperto di Dazn ha analizzato prima il tocco di mano di Morten Hjulmand nella propria area di rigore, dicendo: “Sul calcio di punizione di Calhanoglu, c’è un movimento ad allargarsi del giocatore. Aumenta il volume corporeo? A mio parere sì, in questo caso andava fischiato calcio di rigore con ammonizione perché il tiro era verso la porta”.

Inter-Lecce, per Marelli non c’è rigore su Lautaro

Diversa l’interpretazione sul contatto tra Tuia e Lautaro Martinez, avvenuto in area leccese: “Tuia è arrivato molto prima, poi nella dinamica di gioco c’è stato uno scontro, ma lì il difensore non poteva sparire. Poi Lautaro ha toccato col braccio il pallone prima dello scontro, dunque in caso di rigore il VAR avrebbe valutato anche il tocco dell’argentino”. Infine sul contatto tra Gosens e Blin osserva: “Ha anticipato abbastanza nettamente Blin che poi lo ha toccato sul tacco. Qua è tutta valutazione dell’intensità del contatto, ma visto che c’era Manganiello in controllo dell’azione il VAR farà proseguire”.

Inter-Lecce, Cesari condanna Manganiello

Manganiello non è piaciuto neanche a Graziano Cesari. L’ex arbitro genovese a Pressing su Italia 1 dice: «Ci sono degli episodi che a me fanno impazzire, li vedo giudicati in una maniera o in un altra. Sul risultato di 2-0 per l’Inter, quindi non influente, c’è un intervento di Alexis Blin su Robin Gosens. L’arbitro forse è coperto da Gosens, ma il suo anticipo è netto: porta via la palla e Blin gli dà un calcione».

«Non voglio mettere le immagini del 2021 di Inter-Juventus con Denzel Dumfries, ma è possibile che il VAR non intervenga? Non puoi prendere il pallone! Il VAR è Luigi Nasca ed è uno specialista in queste cose. Con queste immagini non si può negare l’evidenza: questo è assolutamente un rigore solare».

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...