Virgilio Sport

Inter, riposta a Cardinale: anche Zhang si fa lo stadio, il retroscena

Contratto già blindato col privato proprietario dell'area di costruzione: ma prima il patron nerazzurro vuole conoscere il reale destino di San Siro

Pubblicato:

Sulla questione stadio, tra Milan e Inter è botta e risposta. Se, nei giorni scorsi, si è registrata la presa di posizione del numero uno rossonero Gerry Cardinale, nelle ultime ore – secondo le ricostruzioni della Gazzetta dello Sport – non è tardata ad arrivare la contromossa di Steven Zhang. Se i rossoneri pensano a un nuovo impianto in una rosa di quattro aree potenziali in cui Sesto San Giovanni resta la più accreditata – ma pure San Donato, Rozzano e “La Maura” (quest’ultima nei pressi proprio di San Siro) vengono prese in considerazione – anche in casa nerazzurra è iniziata l’operazione nuovo stadio.

Addio San Siro? Da Cardinale a Zhang, il botta e risposta tra Milan e Inter

Sempre secondo la Rosea, l’area di costruzione sarebbe già tata individuata con tanto di contratto blindato con il privato proprietario del terreno. Tuttavia, la sua collocazione resta al momento top secret. Il motivo? Zhang vuole fare chiarezza e capire quale sarà realmente i destino di San Siro. Questione di pochi giorni, però, e tutto verrà delineato nei dettagli.

Ferri corti tra Milan e Inter: anche Zhang ha l’area per il suo nuovo stadi, ma resta top secret

La questione stadio ha tuttavia evidenziato i ferri corti a cui sarebbero ormai arrivate le società Inter e Milan. Zhang, in pratica, è particolarmente indispettito dall’atteggiamento di Gerry Cardinale, uscito allo scoperto senza proseguire il dialogo tessuto in questi anni tra il proprietario cinese dell’Inter e Gordon Singer – figlio di Paul – ex proprietario del Milan attraverso fondo Elliott, che al momento resta consigliere dell’attuale proprietà firmata RedBird. I colloqui erano proseguiti a Riyadh, in occasione della finale di Supercoppa Italiana, e in occasione del derby di campionato: da qui, ci si sarebbe dati appuntamento entro un mese, in cui però Cardinale ha deciso di uscire allo scoperto.

Nuovo stadio: lo scambio di frecciate tra Milan e Inter

In tutto ciò, Cardinale non si fida della stabilità societaria dell’Inter, sottolineando l’esistenza del finanziamento di Oaktree pari a 275 milioni. Di contro, Zhang rimarca il fatto che RedBird abbia rilevato il Milan con un “vendor loan“, ossia un prestito che il venditore (Elliott) concede all’acquirente (Cardinale e Redbird). E poi c’è il Comune, a cui andrebbe la gestione di uno stadio (“San Siro”) vuoto e senza più gli 8,5 milioni garantiti annualmente dal suo utilizzo da parte di Inter e Milan. I cui rapporti non sono mai stati così tesi come ora.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...