Virgilio Sport

Juve, Allegri chiaro su Pogba, Vlahovic e Di Maria: inchiesta Prisma, risposta serafica

Alla viglia della ripresa del campionato di serie A e di Cremonese-Juventus, l'allenatore bianconero Max Allegri ha dovuto chiarire sui tanti argomenti scottanti in casa Juve, dall'inchiesta Prisma agli infortuni di Pogba e Vlahovic

03-01-2023 12:27

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Vacanze finite sul serio anche per la Juventus pronta a tornare in campo dopo quasi due mesi dall’ultimo impegno e dalle 6 vittorie di fila che hanno chiuso il 2022. Max Allegri riparte da Cremona nel tentativo di allungare la striscia vincente, continuare a mettere pressione al Napoli in vista del big match tra due giornate ma si porta dietro i dubbi sugli infortunati cronici, Chiesa, Pogba e Vlahovic, le polemiche sulle vacanze degli argentini Di Maria e Paredes e soprattutto l’incubo dello scandalo inchiesta Prisma. Tutti argomenti affrontati, in maniera chiara o meno, in conferenza stampa.

Juve: Allegri chiarisce su Chiesa, Vlahovic e Pogba

Tre giocatori cronicamente alle prese con infortuni più o meno gravi, tre uomini su cui Allegri ha potuto contare poco o nulla nella prima parte di stagione. La domanda in conferenza è prevedibile, la risposta di Max lascia aperte speranze ai tifosi bianconeri: “Pogba sta correndo, la cosa più importante è che non ha fastidio al ginocchio, se procede così magari in 15-20gg potrà essere con la squadra, ma bisogna vedere quando alzerà i ritmi come risponderà il suo corpo, vediamo un attimo. Chiesa ha lavorato con la squadra ed è pronto per un segmento di gara. Vlahovic sta meglio, spero che nel giro di 20 giorni di avere tutti a disposizione, ma lo dico adesso, capace che tra una settimana escan fuori altri problemi, speriamo di no”

Allegri: no comment sull’inchiesta Prisma

Altra domanda prevista e puntualmente arrivata è quella sull’inchiesta Prisma che ha stravolto il Cda del club bianconero con tanto di rimpasto. Allegri è l’unico, insieme a Cherubini, ad aver mantenuto il suo posto ma chi si aspettava un commento del tecnico juventino sulla possibile riapertura del processo sportivo è rimasto deluso: “La società si è espressa nel comunicato del 30 novembre, niente da aggiungere”.

Juventus: polemica Paredes e Di Maria, ecco l’Allegri pensiero

Altro nodo scoperto sono state le polemiche dei tifosi nei confronti dei due campioni del mondo, Paredes e Di Maria lasciati a detta del tifo, troppo tempo in vacanza a dispetto ad esempio di Rabiot che ha giocato la finale, rientrato il 30 dicembre. Allegri senza batter ciglio risponde così: “Non era necessario far rientrare prima gli argentini, era giusto che si godessero la vittoria di un Mondiale che non capita tutti gli anni”.

Proprio sul francese Adrien Rabiot ritrovato dalla Juve sul finire dell’anno e grande protagonista con la Francia al Mondiale, Allegri resta sulle sue rispetto alle ultime di mercato su un eventuale rinnovo: “Parlare di mercato non serve a nulla, sta bene, ha entusiasmo e come tutti concentrato da qui al 5 giugno”.

Cremonese-Juventus, Allegri non si sbilancia sulla formazione

Stavolta Max da sempre istrionico nel dare qualche anticipazione di formazione, non si è sbottonato. “Ripariamo dopo 52 giorni di stop con una partita complicata. Bisogna avere umiltà e rispetto. Per la formazione devo ancora decidere, i due argentini stanno discretamente bene, andremo tutti a Cremona, poi valuteremo. Le sostituzioni sono sempre importanti in una gara alla ripresa dopo quasi due mesi. Anche su Szczęsny deciderò dopo l’allenamento”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...