Virgilio Sport

Juve, Allegri non cambia sullo Scudetto: e su Dybala alza la voce

"Dire che Dybala ha bisogno di qualcuno è un'offesa". Con queste parole, Allegri chiude il discorso Dybala presentando la Sampdoria.

Pubblicato:

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato oggi in conferenza stampa alla vigilia della gara di domani pomeriggio contro la Sampdoria a Marassi e valida per la 29° giornata di Serie A. Dal 2015 in avanti Sampdoria e Juventus non hanno mai pareggiato in Serie A, con due successi blucerchiati e 12 bianconeri. Nel periodo i liguri hanno perso più partite di Serie A solo contro il Napoli (13). 

Allegri si concentra sulla questione infortunati oltre a spendere qualche parola in più sul rinnovo di Paulo Dybala. Riguardo alla lotta Scudetto, invece, dimostra di non aver assolutamente cambiato idea rispetto al recente passato.

Juventus, Allegri scherza sugli infortunati: “A fare i convocati mi sembravano troppi”

La Sampdoria sarà un avversario da non prendere sotto gamba nonostante la stagione dei blucerchiati non sia assolutamente da ricordare. Con 26 punti in 28 giornate e due sconfitte consecutive, tre nelle ultime cinque, la Samp è in piena crisi. Il cambio D’Aversa-Giampaolo non ha portato fortuna, ma Allegri non vuole cali di tensione, dato che ormai siamo, per parole dello stesso Allegri, nel momento decisivo della stagione:

“Questa gara arriva nel momento decisivo della stagione, siamo verso la fine. Arriva una settimana intensa, spero sia divertente e piacevole. Domani c’è la Sampdoria che nelle due in casa con Giampaolo ha fatto bene, penso che ci aggredirà alti. A tutte e due servono punti, servirà farsi trovare pronti”.

Il tecnico della Vecchia Signora poi sorride guardando all’infermeria bianconera che finalmente inizia a svuotarsi dopo tanto tempo. Questa abbondanza in rosa sarà fondamentale per affrontare al meglio le prossime settimane che, se tutto andrà bene, saranno molto ricche di impegni:

“Stamattina quando segnavo i convocati con i cerchi ho pensato che siamo in tanti, finalmente. E’ rientrato De Sciglio, anche Alex Sandro, Cuadrado è a posto. Se tutto va bene domenica Chiellini sarà con la squadra, speriamo di averlo mercoledì […] Domani giocherà Danilo, che collezionerà la sua centesima presenza. De Sciglio è a disposizione, Alex Sandro sta meglio. Non ho ancora deciso chi giocherà”.

Juventus, Allegri sullo Scudetto: “Obiettivo rimane essere tra le prime quattro”

Nonostante le parole dei suoi due capitani Dybala e Chiellini, Allegri non molla e non vuole sentire parlare di Juve in lotta per lo Scudetto. Conosciamo bene il realismo dell’allenatore toscano, abituato a basarsi unicamente sui fatti:

“Il nostro obiettivo resta cercare di rientrare tra le prime quattro. Che sia il terzo o il quarto posto. Lavoreremo per questo, cercando di fare un passo alla volta. Domani abbiamo la trasferta sul campo della Sampdoria e dobbiamo uscire dal campo con un risultato positivo”.

Certo è che non si può ignorare il grande momento bianconero e contemporaneamente la flessione delle prime tre, con la vetta della classifica che al momento dista appena sette punti. Recuperarli in 10 partite forse sarà troppo, ma sperare solitamente non costa niente. Questo momento di leggero calo delle prime, tra l’altro, non è percepito dalla visione di Allegri:

“Non lo percepisco. Noi dobbiamo chiacchierare poco e fare tanto. Quelle davanti lo resteranno perché hanno tanti punti. Noi dobbiamo pensare a noi stessi e al quarto posto. Dopo la sosta avremo tutti a disposizione per il rush finale”. 

Juventus, Allegri sugli attaccanti: “Dybala ha bisogno di qualcuno? Per lui un’offesa”

Se nella precedente conferenza stampa Allegri non aveva rilasciato che due parole striminzite riguardo alla trattativa per il rinnovo di Paulo Dybala, in questo caso Max regala qualche spunto in più, ribadendo però sempre lo stesso concetto, ovvero che le questioni contrattuali non influiscono sulle prestazioni in campo:

“Paulo sta meglio, vedremo se riuscirà a tornare a disposizione per la Champions League, come Bonucci […] Paulo è un uomo di 29 anni, un professionista che è in una situazione in cui deve discutere il contratto e non ha bisogno di nessuno. Si gioca, si va in campo e si fa quello che si deve fare. Dire che ha bisogno di qualcuno è un’offesa anche verso di lui. Ora deve pensare a recuperare. Io ho bisogno di Paulo, la squadra ha bisogno di lui, ci dà qualità. Speriamo di recuperarlo per mercoledì”. 

Un punto anche sull’inserimento di Dusan Vlahovic, al quale Allegri ha già dato qualche consiglio tecnico per migliorare il proprio gioco. Possibile panchina per il serbo, che viene da nove gare giocate consecutivamente:

“Sono contento, non era semplice arrivare alla Juventus e giocare ogni tre giorni. Il pallone alla Juve pesa di più, perchè devi sempre giocare per vincere. Dusan sta lavorando bene, ma può ancora crescere e migliorare come tutti. Ieri ci ho parlato e gli ho detto che deve essere più pulito nel gioco e sprecare meno energie. Il calcio, come abbiamo visto durante Real Madrid-Psg, si gioca su un filo molto sottile e bisogna essere bravi a gestire ogni momento ed ogni imprevisto. Dusan è un ragazzo di cuore, si sacrifica per la squadra. Domani riposa? Vediamo, devo ancora decidere”.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...