Virgilio Sport

Juve-Inter 1-1, pareggio agrodolce per Inzaghi: "Non avrei firmato per questo risultato"

L'Inter pareggia allo Stadium contro la Juve e mantiene il primato. Ma Inzaghi è contento a metà: "Non è mai facile segnare ai bianconeri, ma volevamo vincere"

26-11-2023 23:45

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Un punto che vale la permanenza in vetta. Sul campo della seconda in classifica. Eppure il pareggio nel derby d’Italia ha un sapore agrodolce per Simone Inzaghi, che avrebbe voluto vincere per un primo abbozzo di fuga. Tra Juventus e Inter finisce 1-1 col botta e risposta tra Vlahovic e Lautaro e la testa va subito alla Champions, prima di un altro scontro diretto col Napoli.

Juve-Inter 1-1: Simone Inzaghi e l’analisi del derby d’Italia

Intervenuto ai microfoni di Dazn, Inzaghi non nasconde che l’Inter puntava a ottenere l’intera posta in palio. “Per come è venuto, ci prendiamo questo pareggio. Perché non è facile segnare alla Juve eppure siamo riusciti a realizzare una grandissima rete con un’ottima giocata. Ma in occasione del loro gol avremmo potuto far meglio – spiega Inzaghi -. Abbiamo perso una palla che era nostra e avremmo dovuto chiudere prima sul tiro di Vlahovic”.

Inzaghi e un pareggio per cui non avrebbe firmato

Il tecnico dell’Inter lo dice senza troppi giri di parole: “Non avrei firmato alla vigilia per un pareggio, perché la volevamo vincere”. Sulla prestazione dei suoi ragazzi: “La squadra ha fatto ciò che doveva fare, soprattutto nel secondo tempo. Ci aspettavamo una Juve in attesa pronta a colpire in ripartenza. Anche l’anno scorso è andata in scena una partita identica e precisa e l’abbiamo persa pur creando di più. Ci siamo presentati a Torino giocando una partita di padronanza e palleggio. E i ragazzi sono rimasti lucidi una volta andati sotto”.

La corsa scudetto, la Champions e il big match col Napoli

Quando gli viene chiesto se la Juventus è l’antagonista numero uno dell’Inter per la corsa scudetto, Inzaghi risponde così: “No, non c’è solo la Juve. Anche Milan e Napoli sono grandissime squadre costruite per essere ai vertici”. Ora la sfida col Benfica in Champions e poi un altro scontro diretto, quello con i campioni d’Italia del Napoli. “Ci mancano giocatori: oggi ho lasciato a casa Bastoni, Pavard e Sanchez e conto di recuperare quest’ultimo. Siamo in emergenza, giochiamo tanto e non è semplice. Ma ho la fortuna di contare su ragazzi disponibili. Rotazioni? Le ho sempre fatte e le farò. Questo calendario ci obbliga a lavorare ancora di più”.

Le pagelle di Juventus-Inter

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...